Fonte: Depositphotos
Buonanotte

Il panino dei veri mafiosi

Succede che la McDonald-Austria lanci un nuovo tipo di panino chiamato “Estate italiana”, e come slogan nei manifesti usi la frase “Für echte mampfiosi” che suona “per veri mafiosi” anche se gioca sul doppio senso del verbo “mampfen” = sbafare, e quindi significhi letteralmente “per veri mangioni”. Resta l’assonanza, cercata e voluta, col termine “mafiosi”. Salvini ha protestato, la McDonald si è scusata, ma i manifesti sono rimasti. E’ l’ennesimo schiaffo dato dal mondo tedescofono all’Italia, ma in fondo i crucchi sono bonari. Probabilmente sono consapevoli del fatto che nel loro dna è presente in percentuale non indifferente quello dei bagnini adriatici e dei camerieri emigrati. A loro piace, l’idea della mafia. Ormai è diventato uno stereotipo come pizza e mandolino. E c’è da dire che noi non facciamo niente per negarla o nasconderla. Nei gialli di Camilleri e in tutte le serie di Montalbano, che tanto successo hanno avuto in tutto il mondo, la mafia è una presenza costante, uno sfondo fisso, evocato, commentato e ricordato anche quando non partecipa direttamente alla trama. E in tutte le località turistiche della Trinacria esiste (ed è molto venduta) una particolare escursione in pullman chiamata “Mafia tour”. Con tanto di guida che spiega in tre lingue e invita a guardare il punto esatto dove fu ucciso Borsellino, quello dove saltò in aria Falcone, e poi Corleone, il paese di Totò Rijna, e la sua casa, eccetera. Insomma, è un business. Dovremmo registrare il brand mafia e farcelo pagare. Dopotutto McDonald ha fatto causa quel piemontese che aveva chiamato la sua panineria MacBun, e gli ha fatto cambiar nome. Chi di marchio ferisce…

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo