Panificio
News
In piazza Bengasi

Panetteria chiusa da un mese: e scatta l’allarme cattivi odori

Il comitato di quartiere: «Potrebbe esserci cibo avariato»

Odori nauseabondi dal vecchio panificio sequestrato. Nella mattinata di martedì 18 giugno erano stati posti i sigilli ad un panificio di piazza Bengasi: provvedimento adottato per evitare rischi per la salute, in quanto era stata riscontrata la presenza di cibo avariato, blatte e scarafaggi, oltre ad una sporcizia diffusa in tutta l’area di panificazione.

Insomma: una situazione di degrado che ha significato, per il titolare, una denuncia. Ad oggi il negozio è ancora chiuso, ma i residenti lamentano miasmi nauseanti che si levano dall’ambiente sigillato e che impediscono di tenere aperte le finestre. Il timore è che all’interno siano rimasti molti alimenti che il caldo sta facendo progressivamente andare a male.

Il locale è posto sotto sequestro – ma, nella giornata di ieri, i sigilli non erano più presenti – e allo stato attuale non si sa quando potrà riaprire; nel frattempo, gli odori stanno spingendo i cittadini ad intervenire, con i mezzi a loro disposizione. «Ho chiamato più volte l’Asl – spiega, dal comitato residenti, Davide Filardo – ma nessuno è mai intervenuto. Il problema è che ormai si vedono blatte e scarafaggi che sbucano dalla saracinesca del locale: li si vede non soltanto di sera, ma anche in pieno giorno. Crediamo che sia necessario un intervento rapido, perché c’è il rischio che gli insetti si moltiplichino. Inoltre, gli odori si fanno sempre più intensi ogni giorno che passa».

All’interno del locale c’erano circa cento chili di materiale avariato: i residenti non possono sapere se, attualmente, all’interno si trovino ancora questi generi alimentari, ma secondo i residenti gli odori che vengono percepiti all’esterno sono tali da suggerire alle autorità competenti un rapido intervento di bonifica.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo