Il pandolce Bagolaro
News
IL PRODOTTO TIPICO Il dolce creato a Montalenghe

Il pandolce Bagolaro, risposta canavesana al panettone natalizio

È fatto con prodotti tipici: il Passito di Erbaluce di Caluso, il Ratafià di Andorno e le nocciole piemontesi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Montalenghe è un piccolo centro del Basso Canavese, ma prima ancora di essere conosciuto come paese nella zona è rinomato, soprattutto, per la Cremeria Naretti di via Roma. Un bar, ristorante e, in particolare, pasticceria conosciuta in tutto il Canavese (e non solo) da oltre 40 anni. La Cremeria Naretti non è solo sinonimo di tradizione dolciaria, perché negli ultimi anni ha deciso di guardare al futuro cominciando a produrre un pandolce chiamato Bagolaro.

Ma prima di raccontare che cos’è il pandolce è giusto conoscere la storia di chi l’ha creato. Nel 1979 apre a Montalenghe su iniziativa di Federico Naretti e la moglie Luciana l’omonima Cremeria. La gestione è all’inizio famigliare ma il successo arriva subito sia per la qualità dei prodotti, ma anche per l’ambiente accogliente, e anno dopo anno la Cremeria diventa sempre più grande, tanto che in estate per entrare bisogna fare la coda. La gente arriva da ogni parte del Canavese e ben oltre.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo