Messi
Sport
MONDIALI QATAR

Pallone d’Oro 2023, Messi-Mbappè non vale solo per la Coppa

E in palio c’è pure il titolo di capocannoniere del torneo

Stesso numero di maglia, stessa squadra di club, stessa voglia di vincere e stesso talento innato, eppure tra Kylian Mbappé e Lionel Messi ci sono anche delle differenze. La più evidente riguarda l’età, con il francese che ha ben dodici anni in meno della Pulce, anche se l’argentino ha una bacheca ben più ricca, com’è inevitabile che sia. Uno è agli inizi della sua carriera, l’altro è al tramonto, ma questo Mondiale vale tantissimo per entrambi. Perché se da una parte c’è in palio la coppa del mondo, la più ambita per una nazione, dall’altra c’è il Pallone d’oro, il più ambito per un giocatore.

Sia Mbappé che Messi hanno dimostrato di giocare molto per la squadra, sicuramente più di Cristiano Ronaldo tornato a casa già ai quarti di finale, ma forse domani penseranno un po’ anche a se stessi. Perché vincere il Mondiale, con ogni probabilità, vorrebbe dire automaticamente vincere il Pallone d’oro. E proprio la coppa del mondo, la “tercera” come la chiamano gli argentini, è la grande assente nel ricchissimo palmarès di Messi.

«Vedere le persone e la mia famiglia durante questo Mondiale è stato qualcosa di incredibile, ora ci aspetta l’ultima partita che era quella che volevamo» ha dichiarato l’ex Barcellona dopo la vittoria contro la Croazia che è valsa l’ultimo atto in Qatar. Il paragone con Maradona prosegue, la vittoria della coppa del mondo lancerebbe la Pulce definitivamente nella leggenda. Dall’altra parte, invece, Mbappé ha già goduto in un Mondiale: in Russia alzò la coppa in faccia alla Croazia, ora vuole riprovarci.

Intanto sta riscrivendo la storia, dal momento che ha segnato sette gol in questa competizione prima di compiere 24 anni, impresa riuscita soltanto a Pelé. A proposito di reti, il francese e Messi si sfideranno anche per il titolo di capocannoniere: entrambi sono a quota cinque, ma la Pulce è avanti perché ha confezionato un assist in più (tre a due). Ed è soltanto l’ultima sfida nella sfida tra i due campioni che, da amici e compagni a Parigi, si troveranno a giocarsi la coppa del mondo. E soltanto uno dei due potrà esultare dopo 90 minuti, o magari dopo 120, o magari dopo i rigori…

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo