Casettegatti
News
LARGO CIGNA Sui portoni dell’edificio il regolamento per la tutela della colonia felina

Ora il Comune difende i gatti: «Non danneggiate le casette»

Stretta contro vandali e ladruncoli in azione nell’area dell’Astanteria Martini

Rubate, danneggiate o nella maggior parte dei casi vandalizzate. Le casette della colonia felina, censita e tenuta sotto controllo, che si trova all’interno dell’Astanteria Martini sono state, negli anni, oggetto delle attenzioni di ladruncoli o barbari. Come segnalato più volte anche dai volontari che in quel di largo Cigna sono riusciti ad ottenere una importante bonifica del cortile principale, invaso dalle piante e trasformato in una giungla.

Lavori iniziati lo scorso ottobre e terminati nei giorni scorsi. Le denunce dei residenti delle palazzine popolari di via Cuneo, quartiere Aurora, che avevano minacciato di rivolgersi al Ministero della Salute, hanno ottenuto l’effetto sperato. Poi si è messa in moto la Città, per la precisione il Sevizio Tutela Animali, che sui portoni ha affisso il regolamento per la tutela della colonia felina stanziale dell’ospedale Einaudi.

Nel comunicato si invita eventuali estranei, e curiosi, a non asportare le casette e i ripari presenti da anni nel cortile della struttura abbandonata. E tanto meno a danneggiarli con lanci di pietre o altro. Analogo discorso va fatto per il cibo, sia quello presente nelle ciotole sia le scatolette.

Resta da vedere se l’appello arrivato da Palazzo Civico verrà preso in considerazione o se rimarrà soltanto sulla carta. «Negli anni – raccontano i residenti della zona – abbiamo segnalato il via vai di molti intrusi. Prima predoni del rame, poi tossici. Ora, con la disinfestazione del cortile, la situazione sembra essere migliorata».

Dopo la lamentela sull’invasione delle zecche e dei pidocchi delle piante, l’Asl è intervenuta con una squadra. Disboscando l’ex ospedale Luigi Einaudi dove nei locali sotterranei un albero ha anche provocato un cedimento di un muro di mattoni.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo