atc via sospello
Cronaca
VIA SOSPELLO

Occupazioni abusive e illegalità, il presidente Atc: «Intervenite»

Lettera di Emilio Bolla alle istituzioni: «Situazione grave a Borgo Vittoria»

Ventidue case occupate, camper parcheggiati al posto delle auto dei residenti, episodi di micro-criminalità. Soprattutto, un’organizzazione illecita che favorirebbe nuove occupazioni di alloggi. A prendere carta e penna è Emilio Bolla, presidente di Atc, con una lettera indirizzata alle istituzioni. Prefetto, questore e sindaco sono alcuni dei destinatari del documento nel quale il presidente Atc chiede interventi urgenti per problemi di sicurezza e ordine pubblico. «I residenti mi hanno segnalato episodi di illegalità – scrive Bolla – in gran parte riconducibili agli occupanti abusivi».

Segnalazioni arrivate dopo un incontro che il presidente Atc ha avuto alle popolari di Borgo Vittoria alla presenza, tra gli altri, dell’assessora Salerno e del presidente della Cinque, Crescimanno. Bolla si è detto «preoccupato dalla segnalazione di una presunta organizzazione illecita volta a favorire nuove occupazioni». Dunque, una specie di “mafia” degli abusivi, che segnalerebbe agli irregolari gli alloggi vuoti del comprensorio, in cambio di denaro. E gli inquilini non denunciano perché hanno paura di ritorsioni. «Chiedo l’avvio di un’indagine – conclude Bolla – perché si tratta di una situazione di estrema gravità che rischia un’ulteriore e preoccupante escalation di illegalità e pertanto sollecito un urgente intervento».

Occupazioni abusive, ma anche incendi di auto in via Sospello. L’ultimo un paio di giorni fa, con un piromane che ha dato fuoco a una Renault Clio. Rogo spento dai pompieri, ma è solo l’ultimo di una lunga serie di situazioni gravi che si stanno verificando alle case popolari di Borgo Vittoria.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo