strada dell’Arrivore
Cronaca
STRADA DELL’ARRIVORE

Occupati anche gli ex uffici Asl: «Un esposto per lo sgombero»

L’edificio a due passi dal parco era abbandonato da 8 anni

Vestiti appesi alle ringhiere, donne e uomini che vanno e vengono carichi di taniche di acqua e di benzina. Dopo otto anni di abbandono, gli ex uffici dell’Asl di strada dell’Arrivore sono finiti in mano agli abusivi. Come dimostrano, senza troppi dubbi, le foto scattate nelle scorse ore, con tanto di via vai di persone e indumenti appesi a stendere. «E’ da agosto che li vediamo – rivela uno dei pochi residenti della zona -. Fanno di tutto per non farsi notare, ma noi temiamo possano crescere di numero».

La palazzina in questione si trova a fianco degli orti urbani, in una zona frequentata quasi esclusivamente da pochi pensionati coltivatori. Eppure in pochi isolati risultano già tre le occupazioni abusive a carico di nomadi (comprese le piazzole di via Ramazzini e corso Romania, già segnalate più volte nelle ultime settimane). Un primo esposto – su richiesta dei cittadini – è già stato presentato alle forze dell’ordine, con richiesta di sgombero immediato della vecchia palazzina.

A denunciare il caso ci hanno pensato il consigliere di Fi della Circoscrizione 6, Maurizio Anastasia, e il consigliere comunale uscente di Fi, Raffaele Petrarulo. «Si tratta dell’ennesima occupazione sul nostro territorio – spiegano Anastasia e Petrarulo -. Per questo chiediamo al comando di polizia municipale della zona di intervenire e verificare la situazione».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo