Spefar
Economia
NICHELINO

Nuove speranze per Spefar: ora arriveranno gli stipendi

Incontro tra la proprietà della Procemsa e i sindacati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Si riaccendono le speranze per i 36 lavoratori, quasi totalmente donne, della Spefar, azienda terza che fino all’8 febbraio scorso si è occupata del confezionamento dei prodotti della Procemsa Farmaceutici di Nichelino. Nell’incontro tenutosi in settimana tra la proprietà della Procemsa e le parti sociali, è stato sottoscritto un accordo che attesta – oltre al pagamento in surroga degli acconti degli stipendi di gennaio -, la presa in carico dei saldi dei salari di gennaio e febbraio previo l’invio da parte di Spefar della documentazione necessaria.

Accolta anche la richiesta avanzata delle sigle sindacali Filcams Cgil e Fisascat Cisl di ricercare una nuova azienda appaltatrice a cui affidare le mansioni di confezionamento dei farmaci, e che possa riassorbire tutti gli ex lavoratori Spefar nell’ottica di una continuità occupazionale.

«L’accordo lascia ben sperare – commenta Fiodor Verzola, assessore al Lavoro di Nichelino -. Aspettiamo ora di capire quale sarà l’azienda a cui verrà affidato l’appalto». Prerogativa dei sindacati è che si tratti di un’azienda solida e capace di garantire condizioni di lavoro dignitose e il rispetto del contratto nazionale del commercio.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo