Marco Dolfin
Sport
L’assessore Saitta: “Un grande esempio di coraggio e determinazione”

Nuoto paralimpico, Europei al via: Torino fa il tifo per il chirurgo Marco Dolfin

A Dublino una nuova sfida per il chirurgo dell’ospedale San Giovanni Bosco che nel 2011 ha perso l’uso delle gambe in un incidente stradale

E’ tutto pronto l’inizio dei campionati Europei di nuoto World Para Swimming, al National Aquatic Centre di Dublino. Sono 28 gli atleti azzurri che gareggeranno dal 13 al 19 agosto: tra loro, anche il torinese Marco Dolfin.

Trentasettenne chirurgo ortopedico all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino, nel 2011 ha perso l’uso delle gambe in un incidente stradale.

“Grazie alla forza di volontà sua e della sua straordinaria famiglia, e al sostegno totale della Asl Città di Torino, a tutti i suoi colleghi medici e infermieri, prosegue brillantemente la sua carriera, dotato di un esoscheletro hi-tech, appositamente realizzato per lui dalle Officine Ortopediche Maria Adelaide di Torino” ricorda su Facebook l’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta.

“Un grande esempio di coraggio e determinazione! Dolfin è noto a livello internazionale per l’esempio straordinario della sua storia di rinascita, umana professionale e sportiva. Siamo tutti orgogliosi di lui! Faccio il tifo per lui” conclude Saitta.

Dolfin, che ha partecipato ai Giochi paralimpici di Rio de Janeiro ed è salito sul podio agli Europei di Funchal nel 2016, affronta a Dublino i 200 misti, i 100 rana e i 50 farfalla.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo