test
News
IL RETROSCENA

I nostri tamponi analizzati in Francia: a Torino per ogni test 20 euro in più

Le analisi del primo classificato dell’ultimo bando a 14,76 euro, ma la Regione ne paga fino a 50

I laboratori della nostra sanità sono in affanno, processare tutti i tamponi non è possibile. E l’unica strada per rispondere alla domanda di test è quella di rivolgersi al mercato, spedendoli addirittura in Francia, dove oltretutto costano meno di qui. Il primo acquisto dai privati risale a maggio, sul finire della prima ondata, con Scr che aveva lanciato una gara (la numero 175) per un importo complessivo presunto di 47 milioni e 328mila euro aggiudicata fino al 30 settembre (e poi prorogata fino al 31 dicembre) a cinque fornitori che avevano offerto prezzi unitari per le analisi molto diversi tra loro, con l’ultima classificata che guadagnava quasi il doppio della prima.

Ma poi, il 29 ottobre, la Regione Piemonte, attraverso il Dirmei, ha incaricato Scr di avviare la riedizione della procedura di gara (sempre in urgenza), e ieri è stato pubblicato l’atto che dà il via libera all’aggiudicazione, con la forbice dei prezzi pagati ai laboratori che si allarga ulteriormente, facendo nascere – almeno nei profani – dubbi su quali possano essere le ragioni alla base di tali differenze.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo