CanilePinerolo
News
PINEROLO

Non si trova l’area per il nuovo canile: «Amplieremo la vecchia struttura»

Il progetto è quello di utilizzare le aree adiacenti per ricavare più spazio per gli animali

In estate era nata l’idea di realizzare un nuovo canile, ma il Comune non ha trovato un’area adeguata e ora ragionerà su un suo ampliamento e sulla realizzazione di un’area sgambamento cani per dare sollievo ai quattro zampe.

Il canile di Pinerolo si trova in corso della Costituzione 20 e ospita anche dei gatti. I problemi però sono numerosi e si trascinano da tempo. La struttura infatti è piccola e nel cortile non c’è una tettoia per mettere al riparo i cani più piccoli dal sole o dalle intemperie. Inoltre manca un’area per far correre i cani. Proprio queste criticità hanno spinto il gestore, la Lida di Pinerolo, a presentare un progetto per ottenere i 100mila euro del bilancio partecipativo.

“Liberi di correre” non ha vinto, ma è arrivato secondo con 956 preferenze e in Comune l’hanno preso come un segnale di un problema sentito. Per questa ragione, l’assessore alle Politiche sociali Lara Pezzano aveva annunciato che l’Amministrazione stava ragionando su una nuova collocazione.

Nei giorni scorsi, però, la ricognizione delle aree non ha dato esito positivo: «Non ci sono aree comunali disponibili per realizzare un nuovo canile e le due del Demanio a cui avevamo pensato non sono utilizzabili: le casermette di Miradolo richiedono una bonifica per la presenza di un terzo di tetti in amianto, mentre al galoppatoio di Baudenasca si svolgono ancora esercitazioni con spari» spiega l’assessore all’Urbanistica, Giulia Proietti.

Per questa ragione il Comune sta pensando a un ampliamento: «Abbiamo fatto la ricognizione dei terreni vicini all’attuale struttura, mentre l’area cani la dovremmo realizzare di fronte, vicino al distributore di biometano che costruirà Acea» conclude Proietti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo