Patrizia Mirigliani con Carolina Stramare, Miss Italia in carica
Spettacolo
PATRIZIA MIRIGLIANI

«Non dormo pensando a Miss Italia»

Sarebbero dovute iniziare adesso le selezioni di piazza sul territorio piemontese

Dalla mia casa di Roma dove mi sono rifugiata per il lockdown, ammiro ogni giorno la bellezza del parco che ho davanti e più volte mi sono soffermata su quanto siano meravigliose le nostre città e su quanto sia un peccato che nessuno le possa visitare. Anche la bellezza aiuta, non è superflua», inizia così l’incontro (ovviamente telefonico) con Patrizia Mirigliani, una che di bellezza se ne intende essendo l’erede dello storico patron di Miss Italia, il papà Enzo. Iniziò a lavorare con lui nel 1989 dando un contributo importante alla manifestazione soprattutto dal punto di vista mediatico. Consapevole del rischio che tutto il mondo sta correndo in questi mesi a causa del contagio, non osa entrare a gamba tesa sul tema che più le sta a cuore, ossia, il suo concorso di bellezza inevitabilmente sospeso.

«Sì, così come lo è il mondo dello spettacolo in generale che, però, in questo periodo è messo in fondo alle priorità in un paese martoriato sia a livello sanitario, sia economico. Probabilmente è giusto, a ripartire per prime devono essere le aziende legate alla produzione, al commercio ma, poi, spero che si penserà anche al mondo dello spettacolo».

+++  CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo