LA STORIA

Il nipote non paga la droga, il pusher va dai nonni a chiedere il denaro: 26enne arrestato per estorsione

L'episodio a Borgone di Susa: lo spacciatore esigeva i soldi dagli anziani vandalizzando anche l'abitazione della coppia

Fonte: Depositphotos

Aveva acquistato la droga dal suo pusher di fiducia ma, dopo le promesse di pagarlo, non lo ha mai fatto. Lo spacciatore, quindi, furioso, ha iniziato ad esigere i soldi con violenze e minacce, arrivando anche a casa dei nonni del suo cliente.

ARRESTATO PER ESTORSIONE
E’ accaduto a Borgone di Susa. Il pusher, 26enne, è stato arrestato per estorsione nei confronti di una coppia di due anziani nonni 80enni, che ha denunciato il fatto. I due si sono rivolti ai carabinieri dopo le insistite minacce arrivate a loro dall’uomo per i debiti insoluti del nipote.

DANNI ALLA PORTA E ALLA VETRATA DI CASA
Le minacce, nel tempo, erano diventate atti vandalici, con il 26enne che aveva iniziato a danneggiare la casa dei nonni. Ha prima dato fuoco alla porta dell’abitazione con alcuni giornali, poi ha rotto la vetrata con un grosso mattone. In due occasioni diverse il pusher era riuscito ad estorcere agli anziani prima 500, quindi 400 euro. Somma, però, restituita una volta intervenuti i militari, che hanno sorpreso in flagranza il pusher.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single