Decreto riaperture, ecco come cambia il coprifuoco
News
IL CASO. Alcune imprese di Torino in attesa da ottobre

Niente cassa da mesi, anche i Ristori tardano. E le aziende affondano

Nessuna traccia dei fondi promessi dal Decreto Natale e molti lavoratori aspettano la cassa integrazione

Ancora nessun bonifico per gli imprenditori che aspettano i ristori promessi dal Decreto Natale. Anche la cassa integrazione per i lavoratori tarda ad arrivare e molte famiglie sono alle corde: c’è chi non riceve un euro da ottobre ed ha il problema della spesa quotidiana, oltre che delle bollette. Nel 2020 sono state autorizzate 19 milioni di ore di cassa integrazione solo nella nostra regione.

Un’enormità, se si considera che l’anno precedente erano appena due milioni le ore per cui è stata fatta domanda all’Inps. I numeri dei sostegni statali danno la misura delle difficoltà in cui si sono trovate le imprese durante i lunghi mesi dell’emergenza. Una difficoltà che è stata resa ancor più penosa dall’attesa. Sono in tanti infatti tra baristi, ristoratori, tipografi e grafici ad attendere che gli venga versata la cassa dei mesi di ottobre e novembre.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo