LaviniaFlaviaCassaro
Cronaca
IL CASO Il Cub Scuola assisterà la “cattiva maestra” per il licenziamento in tronco

«Niente auguri o minacce, morire è il destino di tutti»

La coordinatrice provinciale del sindacato: «Lavinia Cassaro è colpevole perché altri hanno armato il caso»

Un «mostro» che sarebbe stato creato da un servizio giornalistico televisivo e «presentato al vasto pubblico» in virtù del «conformismo dilagante». Quasi una vittima «degli effetti perversi della società dello spettacolo».

Lavinia Flavia Cassaro per il Cub Scuola «non ha fatto niente, se non gridare qualche parola». E se questo è l’assunto di partenza nella difesa che le offre la coordinatrice provinciale del sindacato, Giovanna Lo Presti, secondo la quale «Cassaro è colpevole perché altri hanno armato il caso», non stupisce che la “cattiva maestra” scesa in piazza contro CasaPound lo scorso 22 febbraio, ne faccia una questione filosofica.

Meglio, un fatto «semantico», come spiega lei stessa, licenziata in tronco dal Miur per avere compiuto atti in grave contrasto con i doveri inerenti alla funzione di educatrice nonché per attività dolosa che ha arrecato grave pregiudizio alla scuola e alla pubblica amministrazione.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo