nicola giornale 10 apr
Sport
«TORO, MIGLIORIAMO»

Nicola, trappola Udine: «Dimenticare il derby, sarà una gara tosta…»

Il Toro non è riuscito quasi mai a confermarsi dopo una buona prestazione: è questo il nuovo obiettivo di Davide Nicola, che si presenterà a Udine a una settimana di distanza dal 2-2 nel derby contro la Juventus. «Dobbiamo voler migliorarci costantemente» ha detto il tecnico alla vigilia, svelando i segreti della “metolodogia kaizen”, filosofia giapponese. Così i granata andranno a caccia di punti pesanti in chiave salvezza: il calendario, almeno sulla carta, appare favorevole, con il Cagliari atteso dall’Inter a San Siro.

Nicola, quali sono le insidie per la gara contro i friulani?
«Conosco Udine, è un ambiente particolare e c’è un club ambizioso e organizzato. Troveremo una squadra competitiva che ha giocato bene a calcio contro tutti, che sa difendersi in maniera compatta e con qualità individuali importanti. Sarà una gara tosta e difficile, dovremo essere all’altezza».

Cosa vi ha lasciato il derby?
«Siamo fedeli al nostro modo di pensare: il derby è passato, c’è stata la dimostrazione a noi stessi e all’ambiente che se facciamo certe prestazioni possiamo essere competitivi. Il miglioramento continuo è il nostro obiettivo: dobbiamo usare la metolodogia kaizen, ho chiesto ai ragazzi di concentrarsi esclusivamente sulla voglia di migliorarsi».

Due mesi senza gol, come sta Belotti?
«Si allena sempre al massimo, sta giocando molto e magari in questo periodo avverte un po’ più di stanchezza: ho bisogno di recuperare tutti al più presto perché vorrebbe dire avere più soluzioni. Il Gallo è un giocatore molto importante per noi, è uno dei più rappresentativi di questo club e di questa squadra, ma la centralità è sempre il Toro».

Come procede il reinserimento di Nkoulou?
«Il virus è lo stesso, la guarigione varia da persona a persona e per ogni atleta è diverso. Nel suo caso è durato tanto, ma Nkoulou è un professionista: ha voglia di recuperare terreno e si è messo a disposizione, consapevole di aver già acquisito qualcosa mentre su altro c’è bisogno di tempo e di lavoro settimanale».

Verdi verrà confermato mezzala?
«È un’idea nata qualche tempo fa, è un’opzione che si è rivelata a nostro favore. Ora è tutto nelle mani del ragazzo stesso, ciò che farà sarà merito della sua applicazione. Sappiamo che può interpretare anche altri ruoli, è un giocatore che può essere inserito in tante posizioni del campo».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo