london voodoo
Libri
LONDON VOODOO

New weird o post punk. Orso Tosco ci consegna una letteratura cannibale

L’Europa in fiamme, Londra aspetta l’apocalisse

L’Europa è in fiamme, l’Inghilterra si è blindata dentro i suoi confini, un nuovo virus sta circolando e l’antidoto per la pandemia precedente non serve a nulla: migliaia di disperati fuggono sui barconi dall’Europa verso l’Africa. Un mondo alla rovescia che però vi pare stranamente familiare, quasi plausibile? Beh questo è il senso di una narrativa che sa oltrepassare i confini di genere, tanto che se valessero i paragoni potremmo andare tranquillamente a scomodare il buon J.G. Ballard.

Orso Tosco è un autore che fin dal suo esordio, con “Aspettando i naufraghi”, è stato etichettato come apocalittico, distopico e via semplificando. Questo nuovo romanzo, “London voodoo” (Minimum Fax, 16 euro), che ha lo stesso titolo di un film horror di qualche anno fa ma non ha niente in comune, è un noir acido, ma anche una ballata dal sapore new weird, dove con questo termine possiamo definire la nuova letteratura contaminata “dell’assurdo”, una fantascienza che non è altro che futuribile, anzi forse è già qui: non serve una apocalisse domani, ne avremo una fra un’ora, o forse adesso, oppure è stata ieri.

Quindi, Londra, giorni nostri. Eva B è la bellissima, di una bellezza inquietante, e algida direttrice di una forza di polizia creata appositamente, tra un tweet e l’altro e una crisi di governo e consensi e l’altra, dal primo ministro conservatore, si chiama semplicemente «la Sezione» e nessuno vuole averci a che fare. Soprattutto con i suoi due agenti, il Porco e Dennis Tabbott: enormi quasi deformi, crudeli, abilissimi, torturatori, esperti di un «voodoo urbano» che si nutre dell’agonia e del dolore. Il Porco tiene prigioniera in casa Sessantanove, una millenaria indovina delirante e schiava dell’eroina. Tabbott medita pestando a sangue e torturando le persone. I bagni di un pub a Islington sono il loro “ufficio”. La loro missione è scoprire chi ci sia dietro una serie di folli attentati che sta insanguinando Londra: non i terroristi stranieri, non i servizi segreti, neppure qualche movimento interno. I criminali sono cittadini comuni, che all’improvviso si armano di esplosivo o di armi improvvisate, come guidati da una parola chiave, da un codice, una infezione che gli rende velocissimi, inumani, insensibili. Caratteristiche che in parte condividono proprio con il Porco e Tabbott.

Come le «parole serpente» e la liturgia d’odio che trascende narrazione ed esistenza, Orso Tosco gioca con il linguaggio consegnandogli un ritmo incalzante, straniando, avvicinandosi sì, come dicevamo, al new weird e alla concezione “slipstream”. Spieghiamo: “weird” significa “strano”, “bizzarro” e può andare dal fantasy demitizzato all’horror debitore di Lovecraft, mentre nel “new weird” o nello “slipstream” (definizione di derivazione cyberpunk), è la fantascienza che prende il posto del fantasy, mescolandosi al thriller, alla narrativa alta, per una lunga catena di sperimentatori che accoglie Burroughs, il già citato Ballard e anche Lansdale, Margareth Atwood. Una narrativa che cannibalizza prima di tutto se stessa, che non fa prigionieri, che respira i fumi tossici della paludi e i vapori rossastri di cieli dove non si distingue il sole. Narrativa di catastrofe, non necessariamente apocalisse, perché comunque uomini e donne moriranno ma qualcosa rimanderà ancora l’autoestinzione, questo è chiaro, tra l’agente dei servizi traditrice, la sacerdotessa del sesso e uno chef che, unico al mondo, conduce un ristorante stellato all’interno di squat, condendo le sue creazioni di carne umana cotta in forni ricavati da rottami di motori, di civiltà.

Voci interessanti, come questa di Orso Tosco, quelle di una letteratura ancora ghettizzata, meno commerciale di quella thriller o dei fenomeni improvvisati del noir metropolitano. Intanto, Londra chiama.

LONDON VOODOO
Autore: Orso Tosco
Editore: Minimum Fax
Genere: Romanzo
Prezzo: 16 euro

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Gruppo Gheron
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo