rsa-emergenza
News
IL CASO

Nella Rsa di Susa 100 positivi e mancano stanze per isolarli

Ritorna la paura nelle case di riposo. E il personale ora “f ugge” nel pubblico

Esiti dei tamponi che tardano di dieci giorni e oltre, test rapidi mai visti, focolai che si allargano a macchia d’olio, senza che ci siano gli spazi adeguati per isolare i pazienti contagiati. Infine, come se non bastasse, la grande fuga dei sanitari, che lasciano il privato per andare a lavorare nel pubblico. Le rsa del Piemonte sono di nuovo in emergenza, come se la prima ondata del Covid non avesse insegnato nulla. I sanitari sono sempre più preoccupati, così come i familiari, anche se, va detto, per fortuna finora la stra grande maggioranza dei contagiati è asintomatica.

Una delle situazioni più critiche si sta registrando in queste ore alla rsa San Giacomo di Susa, dove ormai ci sono 85 ospiti positivi, a cui si aggiungono 25 lavoratori, tra infermieri, operatori socio sanitari e personale vario.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo