scamacca vs tur
Sport
VITTORIA IN RIMONTA

Nella partita inutile Mancini trova 3 gol e tanti rimpianti…

Dalla Turchia torna un’Italia con un piccolo sorriso. Non c’è troppo da festeggiare, anche perché la delusione per la seconda esclusione consecutiva dal Mondiale fa ancora malissimo, ma se non altro Mancini può applaudire i suoi per la vittoria per 3-2 e per la reazione mostrata a Konya. A maggior ragione dopo che la serata in Anatolia era cominciata nel peggiore dei modi: gli azzurri vanno sotto dopo meno di quattro minuti, Under sfugge via a Chiellini e infila Donnarumma sotto le gambe. Sembra il preludio a un’altra notte da incubo in stile Macedonia, anche perché Zaniolo combina pochissimo e Scamacca ha ancora tanto da imparare prima di poter ambire al ruolo di centravanti della Nazionale. Poi, quando meno te lo aspetti, ecco qualche sprazzo dell’azzurro dell’Europeo: Biraghi pennella una punizione per Cristante e c’è il pareggio, Bayindir regala palla a Tonali e Raspadori firma il sorpasso. Due gol in quattro minuti tra il 35° e il 39°, Mancini torna a rivedere momenti di bel calcio e soprattutto di convinzione da parte dei suoi. E, nel frattempo, Donnarumma mostra il meglio e il peggio di sé: prima rischia un altro pasticcio con i piedi tipo quello combinato in Real-Psg, poi si supera su due conclusioni dalla distanza dell’ex compagno al Milan CalhanogluNella ripresa, invece, l’Italia si scrolla di dosso tante pressioni e gioca con molta più spensieratezza, con i centrocampisti Pessina, Cristante e Tonali che trovano finalmente le distanze e Zaccagni a dare maggiore imprevedibilità in attacco. A giovarne più di tutti è ancora Raspadori, a segno anche nel secondo tempo per la sua prima doppietta in Nazionale. A otto dalla fine il nuovo black-out, su azione di corner Soyuncu è liberissimo di saltare e Dursun, non marcato da nessuno, riapre la partita. Donnarumma è costretto al miracolo sull’attaccante per salvare la vittoria, alla fine gli azzurri la portano a casa. È un successo che vale pochissimo, ma se non altro serve per ripartire dopo la figuraccia di martedì scorso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo