tardelli gn
Sport
Nel 2023 un secolo di vita per la Juventus

Nella nuova Juventus targata John Elkann spunta anche Tardelli

Un campione del mondo con il cuore a strisce bianco e nere accanto ai due tecnici scelti da John Elkann

Cento anni per la “Vecchia Signora” sono molti, forse troppi. Ed è per questo che per mascherare le rughe, John Elkann ha deciso di sottoporla a un intervento di chirurgia, ad un maquillage che la renda presentabile per “la prova costume” del prossimo luglio, data del compleanno secolare. L’amministratore delegato di Exor (proprietaria del 65% della Juventus) ha scelto due “chirurghi” di fama e di fiducia: il commercialista Gianluca Ferrero e un ingegnere, Maurizio Scanavino, amministratore delegato e direttore generale di Gedi, il gruppo editoriale di Repubblica e La Stampa. Due “Barnard” scelti per mettere i conti a posto, risanare la società e rispondere con giudizio alle accuse di procura, Consob e giustizia sportiva. C’è poi un altro piano sul quale la proprietà bianconera dovrà lavorare nelle prossime settimane, altrettanto delicato e decisivo quanto il primo, ed è quello sportivo. La “Vecchia Signora” tornerà ad assomigliare alla bella donna che ha avuto il suo massimo appeal nel ventennio 1971 – 1990. L’epoca di Giampiero Boniperti presidente. Questo, almeno, è l’auspicio. Da qui la ricerca dell’uomo giusto, capace di scaldare i cuori dei tifosi, ma anche di fare le nozze con “i fichi secchi”. Perché concorrere nel massimo campionato italiano e nelle coppe europee con 254 milioni di euro di passivo sul groppone, non sarà facile. Molte operazioni di mercato saranno precluse ai bianconeri per questioni di cassa, e allora non resterà che puntare sui giovani, sui vivai (come aveva fatto Boniperti) con grande giovamento per la squadra e per l’intero calcio nazionale, anche se le prospettive saranno inevitabilmente a lungo termine. E qui i nomi si sprecano. Mentre i tifosi reclamano il tandem Lapo Elkann e Alessandro Del Piero, il nome di un altro campione sembra sovrastare gli altri. Grintoso, campione del mondo, il cuore a strisce bianco e nere: Marco Tardelli, in passato già componente del CdA della Juventus e collaboratore de La Stampa. Dunque, la bandiera della Juventus più vicina a John Elkann.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo