ciclabile
Cronaca
CORSO REGINA MARGHERITA

Nel controviale arriva la nuova ciclabile e il parcheggio aumenta di 50 centesimi

La tariffa salirà da 1 euro a 1,5. Dal Comune l’ok per ulteriori cantieri

Spunta una nuova ciclabiletratteggiata” in corso Regina e aumenta la tariffa di sosta. Dopo le polemiche suscitate dalla pista di corso Vittorio, tra Porta Nuova e il Valentino, nei prossimi giorni ne sorgerà un’altra analoga nel controviale di corso Regina, tra il Rondò Rivella e il ponte di corso Casale. Ieri gli operai del Comune stavano installando la segnaletica verticale sul controviale destro in direzione Po: oltre alle insegne del limite a 20 chilometri all’ora, l’indicazione della viabilità mista e delle “case avanzate”, a catturare l’attenzione sono soprattutto i nuovi cartelli relativi alla sosta su strisce blu.

La tariffa è infatti salita, in sordina, da 1 euro a 1.50. «È un vero furto» si lamentano alcuni automobilisti nel controviale. Nonostante le proteste, legate in larga parte alla scarsa sicurezza di questa nuova tipologia di tracciati “intermittenti” che corrono tra il parcheggio laterale e la strada, la “rivoluzione” ciclabile del Comune non si ferma. Gusto ieri la giunta, su proposta dell’assessore Lapietra, ha approvato il progetto esecutivo per la seconda tranche di lavori che prevedono nuove piste su via Lanzo, verso Venaria, su via Nizza (via Valenza-corso Maroncelli e un futuro collegamento con via Roma a Moncalieri), oltre a una possibile ciclovia sulla banchina alberata di corso Vercelli. I prossimi progetti insisteranno però sugli assi compresi tra piazza Marmolada e corso Bramante, via Gorizia e Tolmino, via Lancia e Braccini.

La spesa, il cui costo ammonta a circa 1 milione e 320mila euro, sarà finanziata con i fondi ministeriali. Per la realizzazione di ciclabili, il 2020 e il 2021 sono stati assegnati al Comune poco meno di 5 milioni di euro.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo