Torino, il palazzo comunale
Cronaca
Migliora la riscossione di tasse e contravvenzioni

Nei conti del Comune più soldi con le multe. “In cassa 19 milioni”

Dagli oneri di urbanizzazione solo 7 milioni. Il Pd accusa: “Numeri più bassi del previsto”
Dall’inizio dell’anno nelle casse di Palazzo Civico sono entrati più soldi dalle riscossioni che dall’urbanistica. Se migliora, dunque, l’opera di recupero dell’esigibile su tasse e multe, a preoccupare soprattutto l’opposizione è la differenza tra 47 milioni di oneri iscritti nel bilancio di previsione e quei 7 milioni, ad oggi, messi al sicuro dall’assessore Rolando. «La stessa cifra dello scorso anno» secondo il titolare del Bilancio in Comune, che pare non abbia convinto il Pd e in particolare il capogruppo Stefano Lo Russo nel corso della commissione in cui ha snocciolato le prime cifre del 2017. Nei primi sei mesi dell’anno Soris ha riscosso 8 milioni in più rispetto allo stesso periodo del 2016, un andamento che potrebbe portare le riscossioni coattive dai 48 milioni di euro a 55, migliorando la prestazione dello scorso anno.
«Le riscossioni coattive fatte ad oggi hanno già superato quelle di tutto il 2016 e sono raddoppiate in sei mesi anche le rateizzazioni» spiegano dalla società di riscossione del Comune, che potrà contare sull’inserimento di dodici nuove risorse provenienti da Eurofidi, potenziando anche il piano sulle riscossioni con una ulteriore “task force” di undici dipendenti comunali. Sul fronte delle multe, per cui l’amministrazione ha iscritto a bilancio una cifra di 109 milioni di euro per il 2017, l’assessore Sergio Rolando ha spiegato che al 15 giugno «sono state accertate sanzioni per 67 milioni di cui 19 incassati a fronte dei 44 di tutto il 2016, dati sintomatici di un lieve miglioramento con un’accelerazione
prevista negli ultimi mesi dell’anno».
Continua a leggere il giornale in edicola oggi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo