SETTIMO

I negozi resistono contro gli ipermercati. Ma gli “under 40” preferiscono Internet

Ascom presenta questa sera un‘analisi delle preferenze dei cittadini

I supermercati sono preferiti per l’acquisto degli alimentari

Se la grande distribuzione viene privilegiata per gli acquisti di alimentari, oltre che di prodotti per la casa e l’igiene, arredamento, giardinaggio, bricolage e elettrodomestici, i negozi di vicinato rimangono il luogo di acquisto abituale di un numero importante di clienti. Ma un generale, profondo e diffuso mutamento nelle abitudini e nelle preferenze dei clienti riguarda, soprattutto, i consumatori sotto i 40 anni, che sono più indirizzati verso la grande distribuzione e gli acquisti su Internet. Le compere “on line”, infatti, sembrano essere la modalità preferita dall’88% dei clienti intervistati e con un’età inferiore ai 40 anni, mentre al di sopra il campione si riduce di quasi la metà, arrivando solamente al 46% degli intervistati. È questo, per sommi capi, lo scenario ricostruito dall’Ascom con una ricerca sulle abitudini e i canali di acquisto preferiti dai cittadini di Settimo Torinese che sarà presentata, questa sera, presso la biblioteca Archimede in occasione del convegno “Stato di salute e evoluzione del commercio settimese” patrocinato dal Comune.

«Una fotografia sulla città di Settimo per capire come è posizionato il commercio tradizionale specie in un territorio dove c’è un’importante presenza della grande distribuzione» spiega la presidente di Ascom, Maria Luisa Coppa. «Questa sera presenteremo i dati anche per capire le abitudini dei consumatori e la tipologia dei consumi, a seconda delle fasce d’età. Qui il commercio tradizionale è riuscito a mantenersi solido, pur con le difficoltà del momento, perché ha saputo fare innovazione, anche se solo questo non basta. La nostra ricerca servirà a indirizzare le richieste che presenteremo all’amministrazione».

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single