ossigeno
News
IL CASO

«Negli ospizi mancano i dottori e l’ossigeno»

Le richieste delle associzioni delle case di riposo

La domanda di ossigeno si è impennata. Le bombole, per le Rsa, sono merce rara. Come i medici di base che possono prescrivere i farmaci. E il rischio, per le case di cura che non possono rifornirsi autonomamente, è di trovarsi nelle stesse condizioni di alcuni ospizi lombardi che sarebbero stati costretti a scegliere a quali pazienti somministrare i trattamenti.

In Piemonte, al momento, non si ha notizia di situazioni analoghe. Ma la questione ossigeno (oltre che di altri farmaci), esiste. E non è un caso, probabilmente, che le associazioni di categoria l’abbiano messa in cima alla lettera con cui hanno indicato all’assessore alla Sanità, Luigi Icardi, alcune criticità, tutte accompagnate da una una proposta. La lettera è stata spedita il 10 aprile, a quanto ci risulta ieri non era ancora arrivata una risposta.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo