Fonte: Depositphotos
Buonanotte

Negazionismo

A chiunque abbia a cuore la libertà di pensiero, il beneficio del dubbio cartesiano, il rispetto illuminista del diritto altrui ad avere opinioni contrarie, la parola ‘negazionismo’ fa venire i brividi. Puzza orribilmente di verità assoluta, di divinità biblica gelosa e intransigente: “gli idolatri o delirano nelle orge o sentenziano oracoli falsi o vivono da iniqui o spergiurano con facilità” (Sapienza 14/28). Devi pensare come vogliono loro. La storia è quella che hanno scritto loro, la scienza è quella che fornisce dati utili a loro, la morale è la loro. Chi non è d’accordo è un negazionista, cioè un eretico. Un criminale. Come dice la Bibbia, uno che delira nelle orge (falsario morale) sentenzia oracoli falsi (falsario storico) vive da iniquo (ci penserà il metodo Palamara) e spergiura con facilità (falsario scientifico). Non credi all’allarmismo pilotato sul Covid e temi la sua strumentalizzazione antidemocratica? Sei un negazionista (sporco è sottinteso). Vuoi discutere sui numeri, gli scopi e il peso storico della resistenza? Idem. Non credi all’origine antropica del riscaldamento globale? Ancora idem. E come negazionista sei ridicolo, in malafede, venduto, amorale, hai scopi inconfessabili e dovrai subire tutta una serie di ritorsioni. Se sei giornalista, sarai irriso. Se sei studioso, storico, medico o climatologo, sarai sputtanato, ignorato, isolato, mai citato, escluso da Tv, conferenze, docenze e congressi, penalizzato nella carriera, accusato di collusione con le mafie, le multinazionali, le destre razziste e sovraniste. Manca il demonio, ma il demonio laico è rappresentato dalle ultime parole del periodo precedente. Ad associarti a quello religioso ci penserà Bergoglio.

collino@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo