juric lukic gn
Sport
QUI TORO

Napoli “aspetta” Juric per lo sgarbo Champions, lui sogna lo sgambetto…

Alla guida del Verona blocco la corsa dei partenopei

Il Diego Armando Maradona si preannuncia una bolgia, i tifosi partenopei hanno bruciato in pochi giorni i tagliandi per riempire lo stadio al 50 per cento. Ora, con il nuovo decreto che ha aumentato la capienza al 75 per cento, il Napoli punta a riempire ulteriormente l’impianto. Il Toro troverà un ambiente infuocato, Ivan Juric sarà sommerso di fischi: l’accoglienza nei confronti del tecnico granata, infatti, sarà tutt’altro che tenera. E l’allenatore vuole tentare un altro sgambetto agli azzurri, dopo quello clamoroso dell’ultima giornata dello scorso campionato. L’1-1 del suo Hellas Verona condannò i partenopei all’Europa League, un pareggio che provocò tantissime polemiche perché gli scaligeri non avevano più nessun obiettivo. E Juric, anche durante la sua avventura in granata, è già tornato sull’argomento: «La cultura sportiva per me è sacra, è uno dei tanti insegnamenti che ho avuto da Gasperini» la risposta del croato su chi gli ricordava quella notte.

Domenica ci proverà alla guida del Toro, il coefficiente di difficoltà sarà ugualmente altissimo: la formazione di Luciano Spalletti sa solo vincere, ha la difesa meno battuta e il secondo attacco più prolifico della serie A. Poi c’è da considerare il bilancio recente dei granata, che non espugnano il Diego Armando Maradona dal 2009 (all’epoca si chiamava ancora San Paolo) con Giancarlo Camolese e nelle ultime 18 gare contro i partenopei hanno trionfato soltanto in un’occasione. Per l’impresa e per voltare subito pagina dopo la sconfitta nel derby contro la Juventus, Juric avrà a disposizione Zaza e Belotti, i quali continuano a sfidarsi per un posto da titolare in attesa del ritorno di Sanabria dal Sud America, ma rischia di perdere Linetty: il centrocampista, tornato dagli impegni con la sua Polonia, ha svolto un lavoro differenziato a causa di un lieve sovraccarico al muscolo retto femorale. Al Filadelfia sono tornati anche Zima e Brekalo, entrambi regolarmente in gruppo, mentre Pjaca e Verdi hanno continuato nei lavori differenziati così come Praet e Pobega. Intanto, la sfida di domenica è stata affidata all’arbitro Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata. Il club di via Arcivescovado, infine, ha annunciato una nuova partnership: per le prossime tre partite, REPX avrà la qualifica di Official Prepaid card Partner. E i tifosi granata potranno entrare in un mondo di “esperienze” uniche, grazie ad un canale esclusivo di comunicazione che permetterà di interagire con la loro squadra del cuore. «In occasione del 115° compleanno del club, che festeggeremo il prossimo tre dicembre, verrà lanciata la carta prepagata del Torino FC: si tratterà di un nuovo potente tool di fan engagement, in grado di offrire ai nostri tifosi esclusive esperienze da vivere insieme» il commento di Lorenzo Barale, direttore commerciale del Toro.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo