Il museo del cinema di Torino
News
Si passerà da 10 a 11 euro per i ticket interi e da 8 a 9 quelli ridotti

Museo del cinema di Torino: il prezzo del biglietto aumenterà di un euro

Decisione presa dall’assemblea dei soci per pareggiare i conti del 2018 che registravano uno scoperto residuo di 100mila euro

Aumenterà di un euro il prezzo del biglietto del museo del cinema di Torino: una decisione presa per pareggiare i conti del 2018 che registravano uno scoperto residuo di 100mila euro, come dichiarato ieri dall’assessore regionale alla Cultura Antonella Parigi in Commissione cultura del Consiglio regionale del Piemonte.

BIGLIETTO AUMENTA DI UN EURO
Gli ingressi passeranno quindi da 10 a 11 euro, quelli interi e da 8 a 9 euro quelli ridotti. E’ la decisione presa ieri dall’assemblea dei soci (Fondazione Crt, Compagnia San Paolo, Città e città metropolitana di Torino, Regione Piemonte) conclusasi in tarda serata. L’aumento dovrebbe scattare in primavera. “Il bilancio del 2017 chiuderà in positivo e sarà in grado di recuperare i 181.000 euro mancanti al bilancio 2016”, ha dichiarato in una nota la presidente Laura Milani: “il budget 2018 approvato, e che verrà rivisto trimestralmente, registra un pareggio. Sono inoltre confermati tutti e tre i festival per il 2018”, ha detto.

DIFFICOLTA’ NEL PAGARE I CONTRIBUTI
“La situazione finanziaria del museo è solida – prosegue Milani – Le sue sofferenze sono dovute principalmente alla liquidità direttamente dipendente dai pagamenti dei contributi pubblici, spesso in grave ritardo. Comprendiamo bene l’attuale difficoltà della cultura del nostro territorio e quanto questa situazione sia difficile per tutti. Ringraziamo quindi i Soci Fondatori per la fiducia e l’impegno rinnovati nei nostri confronti. Il museo nazionale del cinema rappresenta un elemento determinante per il territorio e la sua valenza internazionale ed è consapevole della necessità di un piano a lungo termine per la cultura, come sottolineato dalle fondazioni bancarie.

GLI OBIETTIVI PER IL 2020
Stiamo lavorando a un obiettivo strategico per il prossimo triennio per arrivare al 2020, anno in cui il museo compirà 20 anni, con un progetto molto importante di valorizzazione del museo e della città”. Quanto ai 77 dipendenti del museo per i quali i sindacati hanno espresso preoccupazione: “Il nostro compito, in questo momento, è di investire su di loro – afferma Milani – motivandoli, facendogli capire che sono centrali nello sviluppo del museo e che potranno essere determinanti rispetto al suo futuro”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo