Sanchez
News
La denuncia della sorella

Muore in ospedale, ma la polizia sospetta che sia stato ucciso: bloccati i funerali

“Se qualcuno ha visto qualcosa ci aiuti a ricostruire la vicenda”

“Ho paura che mio fratello sia stato ucciso. Era stato picchiato per strada”: dopo la denuncia della sorella, la polizia ha deciso di bloccare il funerale di un uomo morto lunedì scorso all’ospedale San Giovanni Bosco.

Il 40enne Christian Fuentes Sanchez, di nazionalità peruviana, è stato trovato in strada privo di sensi venerdì notte in via Lauro Rossi. Trasportato in ospedale, i medici non hanno potuto fare altro che dichiarare la morte cerebrale dell’uomo.

“Non sappiamo cosa sia successo. Era uscito con alcuni amici per andare a cena in un locale peruviano, poi loro lo avevano lasciato solo in via Lauro Rossi. È stato trovato vicino ad un bar al civico 10. Siamo andati a chiedere ai titolari e ci hanno detto che quella sera c’era stato un litigio dentro il locale ma non sappiamo se lui sia stato coinvolto”, ha affermato la sorella.

Sabato pomeriggio, in un momento in cui l’uomo ha ripreso conoscenza, pare abbia mandato un messaggio su WhatsApp ad alcuni amici, scrivendo: “Mi hanno picchiato”, senza specificare altro. L’uomo è morto poi lunedì a causa di un grosso ematoma in testa che non si è riassorbito. Ora la polizia è al lavoro per capire cosa è accaduto: acquisirà i filmati delle telecamere del bar, mentre si attende che la procura affidi l’incarico per eseguire l’autopsia.

“Se qualcuno ha visto qualcosa ci aiuti a ricostruire la vicenda”, ha concluso la sorella.

Marco Bardesono

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo