Aggredisce un giovane con i cocci di bottiglia: arrestato per tentato omicidio.
Cronaca
SAN SALVARIO

Movida violenta a Torino, pusher tenta di uccidere 17enne: arrestato per tentato omicidio

L’uomo, un 28enne marocchino, ha aggredito l’adolescente con una bottiglia di vetro. Tutto sarebbe nato dal tentativo, non riuscito, di vendere alcune dosi di droga

Il pusher lo ha aggredito con i cocci di una bottiglia, al culmine di una lite. L’aggressione, ai danni di un 17enne italiano, è avvenuta nella tarda serata di ieri a Torino, nel quartiere San Salvario.

IN PROGNOSI RISERVATA ALLE MOLINETTE
Il minorenne ha riportato ferite all’addome e al viso ed è stato ricoverato con una prognosi di trenta giorni all’ospedale Molinette, nel reparto di Chirurgia d’urgenza universitaria del professor Mario Morino. dove è stato operato nella notte. Lo spacciatore, un 28enne marocchino,è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio.

“OFFRONO” DROGA, POI LA LITE
L’uomo, un 28enne di nazionalità marocchina irregolare sul territorio nazionale e già noto alle forze dell’ordine, era in via Berthollet in compagnia di un altro straniero quando si è avvicinato a un gruppo di giovani per vendere della droga. Non è chiaro quale sia stato il motivo della discussione – forse un rifiuto da parte dei giovani – che ha fatto scattare la violenza.

AGGRESSORE ARRESTATO DALLA POLIZIA
Fatto sta, il pusher ha iniziato a discutere animatamente con il 17enne, poi lo ha spinto a terra e infine, dopo essersi armato di una bottiglia di vetro, lo ha colpito prima di darsi alla fuga. Sul posto vi erano due agenti di polizia, fuori servizio, che hanno assistito alla scena ed hanno immediatamente arrestato l’aggressore in via Goito.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo