tiktok-san-salvario
Cronaca
SAN SALVARIO

Movida sempre più fracassona: «Cori da stadio fino all’alba»

Un video su Tik Tok fa riesplodere la polemica: «Non ci fanno dormire»

Cori da stadio e musica a tutto volume: è quello che succede quando la concentrazione di giovanissimi in zona San Salvario trasforma le vie della movida in una discoteca a cielo aperto. È un video diffuso da un passante sul social network Tik Tok – tra le vie Saluzzo, Sant’Anselmo, Baretti – a mettere sull’attenti un quartiere che da anni combatte contro alcol e musica a tutta volume. Che il video sia diffuso nel quadrilatero compreso tra via Nizza e via Madama Cristina non c’è alcun dubbio, infatti il filmato (di una trentina di secondi circa) si intitola “Delirio in San Salvario per una signora dal balcone”.

E in effetti quelle che si vedono sono immagini di un vero e proprio delirio. Con ragazzini che urlano, stile stadio, verso un balcone. Qualcuno non gradisce: «ogni weekend la stessa storia» protestano. «Sono oltre dieci anni che conviviamo con questo strazio» aggiungono altri.

I decibel
Anni fa i residenti, con fonometro alla mano, si erano posizionati sul balcone per misurare i decibel. I livelli sono sempre risultati sopra le medie, con punte di 75 decibel (ma 50 sono i decibel consentiti per legge). «Così tutte le sere. I ragazzi vanno avanti fino alle 2 di notte anche in settimana. E noi, che al mattino dobbiamo andare a lavorare, non riusciamo a chiudere occhio». Con un precedente, Il monitoraggio sul rumore, grazie alla centralina montata in via degli Artisti, aveva dato ragione ai residenti, poi tornati a chiedere provvedimenti.

Risarcimenti
C’è poi ancora un precedente a favore dei cittadini del quartiere, per altro recentissimo. La settimana scorsa è stata respinta dalla Corte d’appello l’istanza di sospensiva della sentenza con cui, nel primo grado di giudizio, il Comune di Torino era stato condannato a risarcire 29 residenti del quartiere San Salvario per i danni derivanti dalla movida. Per effetto della pronuncia della Corte, il Comune di Torino «dovrà procedere – affermano – all’immediato risarcimento dei danni agli attori per una somma complessiva di 1.171.384 euro». Una storia che risale a sei mesi fa quando la Città era stata condannata a pagare 1,2 milioni. La sentenza era stata pronunciata lo scorso lunedì 15 marzo 2021, conseguenza di un esposto presentato nel 2018. La speranza delle famiglie di San Salvario è che la musica cambi davvero con la prossima amministrazione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo