Seven
News
LEINI Il fondatore della multinazionale aveva 89 anni. Ha creato un impero partendo da zero

È morto Pasquale Di Stasio: era il papà degli zaini Seven

Originario della Puglia, l’imprenditore lascia l’azienda a cinque dei suoi sette figli

Si è spento all’età di 89 anni Pasquale Di Stasio patron e fondatore della “Seven” la multinazionale, con sede a Leinì, leader nella produzione di zaini e accessori scolastici. Di Stasio è deceduto ieri a Leinì, la stessa città dove era arrivato negli anni ’60 e sempre dove nel 1973 aveva creato il primo embrione della Seven chiamato Euroborse.

Nel 1981, quando era già una realtà consolidata, il cambio del nome in Seven per cominciare la scalata nel mondo degli zaini tanto da arrivare nel 2006 ad assorbire la diretta concorrente, l’Invicta. All’azienda fu dato il nome Seven da Di Stasio che aveva sette figli.

Cinque di loro l’hanno poi rilevata traghettandola verso il futuro. La Seven ha volutamente difeso le sue radici italiane tenendo il polo logistico e la sede in strada del Fornacino a Leinì dove è presente uno stabilimento di 65mila metri quadrati che impiega oltre 120 dipendenti. Negli anni l’azienda leinicese ha continuato ad espandersi aprendo sedi di produzione e distribuzione in tutto il mondo.

Attualmente sono operative filiali a Honk Kong, in Romania e in Spagna, ma a breve saranno aperte anche sedi in Francia, Germania, Inghilterra e Ungheria. Una rete di distribuzione che permette all’azienda di accrescere il suo già ricco fatturato (nel 2004 era stimato in 70 milioni di euro annui).

Pasquale Di Stasio ha 36 anni quando emigra dalla Puglia al nord. Parte da una bottega artigiana “La Casa della Borsa di Di Stasio e figli” dove collabora tutta la famiglia. Con pochi mezzi, ma tanto impegno e buona volontà realizza zaini, borse sportive e per la spesa. Nel 1973 sono i figli di Pasquale a creare la Euroborse e a cominciare la competizione con due colossi del settore come Falchi e Invicta.

Alla fine a spuntarla sarà la Seven, come viene rinominata nel 1981, che acquisterà la Invicta dalla Diadora per 30 milioni di euro nel 2006. Da allora la Seven è leader nel settore e recentemente ha lanciato la moderna linea di zaini SJ multimediali, capaci di connettere anche cellulari e iPad.

Nonostante la perdita di Pasquale Di Stasio l’azienda rimane oggi saldamente nelle mani della famiglia e può guardare a un futuro radioso, sicura delle proprie importanti radici e del suo legame con il territorio non solo piemontese ma in generale d’Italia.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo