morti da soli carmagnola venaria gn
Cronaca
VENARIA-CARMAGNOLA

Morti soli, ritrovati dopo giorni: due drammi in appena 24 ore

In entrambi i casi a dare l’allarme sono stati i vicini di casa

Morire da soli. Senza nessuno accanto. Senza poter eventualmente chiedere aiuto. Le ultime due tragedie sono avvenute a distanza di appena 24 ore l’una dall’altra, a Venaria e Carmagnola.

Martedì sera, nella città della Reggia, è stato trovato il corpo senza vita di un uomo di 74 anni, che abitava in via Paganini. La scoperta è stata fatta dagli agenti della polizia locale, intervenuti assieme al personale sanitario 118 e ai vigili del fuoco. A dare l’allarme sono stati alcuni amici, che non avevano sue notizie da tempo e che hanno quindi deciso di chiamare la polizia municipale. Quando i civich sono riusciti ad entrare nell’alloggio, hanno trovato il cadavere dell’uomo in stato di mummificazione. La morte, secondo il medico legale dell’Asl To3, risalirebbe addirittura a una ventina di giorni prima, per cause naturali. Da quanto si è appreso, l’uomo viveva da solo ed era separato. I civich hanno ascoltato anche i vicini di casa, che non lo vedevano da tempo. Alcuni di loro avevano sentito cattivi odori provenire dall’appartamento ma li avevano scambiati per problemi di fognatura.

Lo stesso è accaduto il giorno precedente a Carmagnola, dove ad essere trovato morto è stato un uomo di 69 anni. Anche in questo caso, sono intervenuti il personale 118, i vigili del fuoco e i carabinieri, questi ultimi chiamati dai vicini di casa, che sentivano odori strani provenire dall’appartamento dell’uomo. Con loro anche il medico legale dell’Asl To5, che ha accertato come si tratti di morte per cause naturali. Da quanto si è appreso, il 69enne soffriva di problemi cardiaci. Così come per il pensionato venariese, anche a Carmagnola nessuno tra i familiari aveva segnalato la scomparsa dell’uomo.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo