Marisa Mertz
Cronaca
LUTTO

E’ morta Marisa Merz, l’unica donna esponente della corrente dell’arte povera

Aveva 93 anni. Artista internazionale, nel 2013 ha ricevuto il Leone d’oro alla carriera

Il mondo dell’arte dice addio a Marisa Merz, artista torinese, considerata l’unica donna esponente della corrente dell’arte povera. Artista di fama internazionale, aveva 93 anni. Moglie di Mario Merz, compagno di vita e di lavoro, e madre di Beatrice, presidente della Fondazione Merz, marisa ha esordito negli anni Sessanta esponendo a Torino lavori che hanno anticipato il suo ingresso nel movimento dell’Arte Povera.

LE SUE SCULTURE
Le sue sono sculture di lamine di alluminio mobili e irregolari e fragili tessiture di nylon e filo di rame, che oppongono al rigore del minimalismo un’immagine enigmatica, aerea.

NEL 2013 HA RICEVUTO IL LEONE D’ORO ALLA CARRIERA
Tra il 2017 e il 2018 ha realizzato una mostra itinerante inaugurata al Metropolitan Museum di New York. Nel 2013 la Biennale di Venezia le ha conferito il Leone d’Oro alla carriera.

ARTE PERDE ARTISTA RIVOLUZIONARIA
“L’arte italiana perde una delle sue interpreti più rivoluzionarie. Coraggiosa, carismatica, indomita. Marisa Merz lo è stata come donna e come artista. A lei dobbiamo questa grande eredità culturale” ha detto il Sottosegretario al Mibac, Lucia Borgonzoni.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo