incidente-schianto
Cronaca
IL CASO

Morta con la mamma dopo lo schianto: il papà ha donato gli organi di Giorgia

Centrate in pieno mentre andavano a scuola. Un testimone: «L’altra auto andava come un missile»

Dopo la morte di Maria Assunta Centonze, 42enne di Rivalta, titolare di un salone di acconciature a Tetti Francesi, anche la figlia Giorgia è deceduta dopo ore di agonia. I medici dell’ospedale Cto di Torino avevano chiesto alla famiglia già nella mattinata di ieri, il consenso all’espianto degli organi della figlia, di soli 16 anni. Un drammatico segno che le condizioni di salute della giovane erano irreversibili. Troppo grave il quadro clinico e le ferite riportate a seguito dell’impatto. «A causa di un politrauma che ha interessato la testa, il torace e l’addome», spiegano in ospedale, con il passare delle ore, si sarebbe verificato un peggioramento del quadro clinico già compromesso al momento dell’arrivo in pronto soccorso martedì mattina. Il giorno dell’incidente, la ragazza, studentessa di Scienze Umane al liceo Darwin di Rivoli, spirata in serata, si stava recando a scuola per un corso di recupero di latino e per sostenere l’esame di riparazione per il quale Giorgia si era preparata con impegno durante l’estate. L’auto della madre, una Fiat Panda, è stata colpita da un’Audi che stava procedendo a fortissima velocità. L’impatto è stato tremendo: a seguito dello scontro, la Panda ha poi colpito altre quattro vetture. I vigili del fuoco, intervenuti con tempestività sul luogo dell’incidente, hanno faticato non poco prima di estrarre i due corpi dall’abitacolo e permettere ai soccorritori le prime manovre di soccorso propedeutiche al successivo ricovero in ospedale. La madre è spirata poche ore dopo il ricovero: troppo grave il quadro al momento dell’arrivo a Rivoli. Intanto, a più di 24 ore dall’incidente, emergono nuovi dettagli sull’incidente, che ha poi visto il conducente dell’Audi, un 57enne di Rivalta, denunciato per omicidio stradale. Perché il conducente di un altro veicolo coinvolto nell’incidente ha ammesso come quell’Audi «andasse come un missile. È piombata con una velocità spaventosa. La Panda dove viaggiavano mamma e figlia era ferma dietro di me: è stato un tamponamento, non una questione di precedenza non data». Dettagli che saranno chiariti, nei prossimi giorni, quando i conducenti verranno sentiti dagli agenti del comando di polizia locale di Rivoli, che ora sta procedendo con le indagini di rito. Cordoglio per la morte di Maria Assunta Centonze è stato espresso dalla città di Rivalta: «Con tristezza e sgomento abbiamo appreso la notizia dell’incidente stradale avvenuto a Rivoli nel quale ha perso la vita Maria Assunta Centonze. Ora siamo tutti attorno alla ragazza, che sta ancora lottando nonostante le sue condizioni siano gravissime. Siamo certi che tutti i rivaltesi sapranno stringersi in un abbraccio intorno al marito Daniele, al figlio Francesco e a tutta la loro famiglia».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo