Dora
Animali
CIRCOSCRIZIONE 7

Moria di anatre sulle sponde della Dora. E spunta anche l’ipotesi avvelenamento

Sopralluogo dei veterinari dell’Asl per capirne le cause. Pioggia di segnalazioni dai cittadini

Cadaveri che affiorano dalle acque, esemplari arruffati e in cattive condizioni. Le fauna lungo la Dora sembra misteriosamente scomparsa, soprattutto le papere. Lo dimostra una prima denuncia inviata lo scorso 7 settembre alla polizia municipale, a cui ne è seguita una seconda appena tre giorni dopo. Non si tratta di “furti”, però, ma di qualcos’altro. Tanto che solo pochi giorni fa i veterinari dell’Asl si sarebbero mossi per un sopralluogo in loco, per capire cosa stia succedendo tra il ponte di via Cigna e quello di via Bologna. Alcuni animali, ancora vivi, sarebbero stati prelevati per ulteriori analisi da svolgersi in laboratorio, alla clinica di Grugliasco. I cadaveri, invece, allo zooprofilattico di via Bologna.

Un caso denunciato anche dai consiglieri di Fdi della Circoscrizione 7, Patrizia Alessi e Domenico Giovannini. «Da qualche giorno gli animali nella Dora, sofferenti, sono scomparsi quasi del tutto – spiegano Alessi e Giovannini -. Bisogna intervenire tempestivamente per far sì che questa moria di animali non continui». Papere e gallinelle che si erano riprodotte in quantità in primavera e in estate, tanto da diventare fonte di attrazione anche per i residenti del quartiere Aurora che ne seguivano le covate. E la crescita dei piccoli. «Poi abbiamo iniziato a vedere le papere galleggiare in modo strano fino a vederle morire» racconta Stefano, mostrandoci uno dei punti incriminati.

Un allarme la cui soluzione potrebbe anche essere cercata proprio nelle acque del fiume. Oggi il livello della Dora è molto basso e – sporcizia e bottiglie a parte – non da escludere la presenza di inquinanti in grado di ammazzare le papere. Senza scartare, infine, un’altra ipotesi: ossia che qualcuno abbia lanciato del mangime avvelenato. Motivi che portano i cittadini ad appellarsi anche all’Arpa, chiedendo un intervento e dei controlli.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo