L'ospedale Molinette di Torino
News
CENTRO DI ECCELLENZA

Molinette, donna con trachea ostruita salvata con l’ECMO

Innovativo intervento alla Città della Salute di Torino su una paziente di 72 anni affetta da tumore

Un innovativo intervento basato sull’ECMO, un circuito extracorporeo in grado di sostenere esternamente ossigenando il sangue della paziente, è stato eseguito con successo all’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino.

Protagonista una pazienta di 72 anni che aveva sviluppato un tumore che le ostruiva quasi completamente la trachea con uno spazio respiratorio residuo di appena un millimetro e che per questo non poteva neppure essere intubata.

Grazie all’ECMO, la donna è stata sedata e la liberazione delle vie aeree è avvenuta in broncoscopia, in modo non invasivo, in una situazione di arresto respiratorio protrattasi per oltre due ore. I rianimatori Marinella Zanierato e Andrea Mina dell’Anestesia e Rianimazione del pronto soccorso, diretta dal professor Luca Brazzi, hanno provveduto a stabilizzare il quadro clinico per permettere a Matteo Attisani e a Erika Simonato della Cardiochirurgia, diretta dal professor Mauro Rinaldi, di posizionare l’Ecmo.

Poi Marco BardessonoMauro Mangiapia, della Pneumologia diretta dal professor Carlo Albera, hanno liberato completamente le vie aeree in broncoscopia in modo non invasivo. L’intervento è perfettamente riuscito e la paziente, che è in buone condizioni, verrà presto dimessa.

La Città della Salute di Torino è uno dei pochi centri in Italia che ha la completa disponibilità, 24 ore su 24, dell’ECMO in Pronto Soccorso, un circuito  che con la collaborazione tempestiva di rianimatori e cardiochirurghi permette di salvare la vita a pazienti critici.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo