Dumbo
News
IL CASO

Mobilitazione per salvare Dumbo: «Accogliamo l’elefante a Zoom»

Il consigliere regionale Cane: «Cambiamo le norme». L’appello dei comitati

L’elefante Dumbo, rimasto orfano, impedito nel lavoro al circo e posto sotto sequestro dai servizi veterinari dell’Asl, potrebbe trovare una collocazione a Zoom. La notizia del sequestro del pachiderma comparsa sul nostro quotidiano, ha colpito l’opinione pubblica e al caso si è interessata la Regione Piemonte attraverso il consigliere della Lega Andrea Cane.

«Mi sono subito attivato – ha spiegato Cane -. Le linee guida regionali emanate nel 2013 dal settore prevenzione e veterinaria della Regione Piemonte prevedono il divieto di detenere un singolo animale. Si tratta di prescrizioni pregresse dettate da esperti piemontesi che non hanno riscontro in altre Regioni italiane. Per il circo in questione, alla morte del compagno anziano dell’attuale elefante, non è stato possibile trovarne uno nuovo».

«Alla luce di questi fatti – ha aggiunto Cane – condividiamo l’importanza di tutelare il benessere degli animali, ma questo sembra essere uno di quei casi in cui principi previsti dalle linee guida, condivisibili dal punto di vista teorico, si scontrano poi con le difficoltà legate alla realtà dei fatti. Vista la peculiarità del caso, potrebbe essere opportuno, in collaborazione con gli esperti, valutare quali siano le possibilità di derogare o modificare le linee guida regionali».

La Regione, infatti, si è resa conto che il sequestro dell’animale, affidato al circo, crea un corto circuito giuridico perché, appena i tendoni saranno smantellati, e questo avverrà tra pochi giorni, l’elefante non potrà essere spostato e, permanendo il sequestro dell’animale, sarà necessario trovare una collocazione alternativa per Dumbo in Piemonte.

Sensibile alla vicenda è il comitato “TorinoinMovimento” che opera in zona Campidoglio e che, attraverso la sua presidente, Federica Fulco, ha fatto sapere: «Noi abbiamo visto l’elefante molto triste, anche questi animali hanno dei sentimenti. Pertanto rivolgiamo un appello affinché l’elefante possa essere accolto a “Zoom” di Cumiana. Lì ci sono molti spazi per animali come lui; non ci sono elefanti e, considerando che Dumbo è nato in cattività, potrebbe adattarsi senza particolari difficoltà. Siamo stati noi di  “TorinoinMovimento” a contattare il consigliere Cane e a sollevare la questione, perché quell’animale, poverino, è come se si trovasse agli arresti domiciliari».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo