ViaBaltea
Politica
CIRCOSCRIZIONE 6

Mobilità dolce, c’è un piano per pedonalizzare via Baltea

Contestato in Consiglio il progetto per la ciclabile di corso Vercelli

C’è un progetto di pedonalizzazione che convince i residenti della Barriera di Milano e che la Circoscrizione 6 potrebbe portare all’attenzione del Comune. Parliamo di via Baltea, in particolare del primo tratto. Quello che da corso Vercelli conduce in corso Giulio Cesare, dove persiste l’importante attività dei Laboratori. «È l’unico progetto di mobilità dolce segnalato dal territorio – ha spiegato il presidente della Circoscrizione 6, Valerio Lomanto -. Siamo ben felici di parlarne con il Comune perché crediamo possa portare buoni risultati».

Ma a un progetto di mobilità dolce che piace se ne contrappone un altro che sembra piacere molto meno. Ed è quello della nuova pista ciclabile di corso Vercelli, approvato dalla precedente amministrazione comunale e i cui lavori sono già partiti da via Ivrea fino al ponte dello Stura. «I cantieri rischiano di comportare una riduzione della carreggiata da 3 a 2 corsie – ha sottolineato il consigliere del Pd della Circoscrizione 6, Andrea Beraudo -, e ci chiediamo se ciò sarà compatibile con i flussi di traffico attuali. Non vorremmo che la situazione ingorghi peggiorasse».

All’altezza di via Lemmi, inoltre, c’è un attraversamento pedonale che riduce la carreggiata e dopo via Oxilia ci sono molte attività commerciali con necessità di un carico e scarico. «La terza corsia – ha concluso Beraudo -, è spesso ostaggio della malasosta. Forse sarebbe meglio provare a ripensare il progetto prima di esporsi a un’infinità di proteste». Criticità che saranno oggetto di un incontro che si terrà lunedì prossimo in Circoscrizione 6 alla presenza dell’assessore alla Viabilità, Chiara Foglietta.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo