mirafiori parcheggio
Cronaca
PIAZZA SANTI APOSTOLI

A Mirafiori 20 anni di sprechi nel parcheggio mai inaugurato

Nel 2003 l’inizio del progetto. Ad oggi la struttura è chiusa

Vent’anni di promesse mancate, per quella che ad oggi è la piazza degli sprechi. Era il 2003 quando Gtt aveva affidato al Comune la realizzazione del parcheggio sotto piazza Santi Apostoli, a Mirafiori Sud. I box pertinenziali erano 91, poi c’erano 137 posti a rotazione. Costo totale: 4,2 milioni di euro. Una prima ditta fallita, un’altra finita in amministrazione controllata, la Regione che non ha più dato i soldi e ad oggi, nel 2023, il parcheggio è chiuso. E non riaprirà, come hanno appurato gli abitanti di Mirafiori dalle parole dei tecnici Gtt, venuti in Circoscrizione 2 a fare il punto su Park Capuana. «Per completare i lavori ci vuole più di un milione e le gare fatte per vendere i box sono andate male», ha detto Luca Fronduti, responsabile delle opere civiche di Gtt. Mancano infatti la vasca antincendio, il piano di calpestio e l’impianto elettrico, ed è per questo che l’area dei 137 parcheggi non è stata completata e la struttura non ha mai aperto al pubblico.

Quanto alle gare per i box, sono andate deserte nel 2012 e nel 2015. Nel 2021, l’unica buona notizia: Iren ha completato la parte superficiale della piazza, realizzando l’illuminazione. Tre anni prima, nel 2018, c’era stata anche l’intitolazione ai Santi Apostoli, perché fino a quel momento il piazzale non aveva nemmeno un nome. Intanto nei sotterranei succedeva di tutto, dagli abbandoni dell’immondizia – perfino delle bici del bike-sharing – alle occupazioni abusive. Gtt e municipale hanno sgomberato i locali dagli occupanti irregolari l’anno scorso, e tutte le torrette di accesso al park sono state sbarrate o perfino murate.

Il Gruppo Torinese Trasporti, in questi anni, a causa dei vandali ha speso 20mila euro. «Riconvertire il parcheggio? Con questo tipo di struttura è molto difficile», ha spiegato l’azienda. Alessandro Nucera, coordinatore alla Due, chiederà un incontro agli assessori Mazzoleni e Foglietta: «Chiederemo alla giunta una soluzione, affinché quel parcheggio in futuro possa venire ultimato e riaperto». Difficile che accada, dopo vent’anni fatti di promesse mai mantenute.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo