Sinisa Mihajlovic
Sport
Domani, al Dall’Ara, il debutto granata in campionato

Mihajlovic show: prima scherza sulla fede bianconera dell’Appendino poi “blinda” Belotti

Il tecnico granata: “Come mai cominciamo ogni volta in trasferta? Il Gallo? Non è stato semplice trattenerlo. Il mercato non è finito ma credo che rimarrà”

Piccolo show di Sinisa Mihajlovic nella conferenza stampa del Torino. Commentando l’esordio in campionato in trasferta dei granata – domani, al Dall’Ara contro il Bologna – per il terzo anno consecutivo, l’allenatore ha preso la parola: “Come mai ogni volta il Torino inizia in trasferta, gioca in casa quando c’è la Turin Marathon o il blocco del traffico – ha scherzato -. Sorteggio? Palline calde e fredde. Chi è il sindaco di Torino?”. Alla risposta “Chiara Appendino“, Mihajlovic ha concluso domandando, sempre con il sorriso sulle labbra: “E’ tifosa del Torino?” alludendo alla fede bianconera della prima cittadina.

“IL TORINO STA BENE, FATTO OTTIMO PRE CAMPIONATO”
Chiuso il siparietto, il tecnico ha introdotto la partita che si giocherà domani nel capoluogo emiliano. “Il Torino sta bene – ha proseguito – Il lavoro dell’anno scorso è servito: ora i ragazzi in campo si cercano e si trovano. Abbiamo disputato un buon precampionato, con una vittoria anche in Coppa Italia. Domani però sarà tutto più difficile. Il Bologna è un’ottima squadra e ha un ottimo allenatore. Per noi domani è una sfida importante: abbiamo un calendario con partite alla nostra portata all’inizio“.

“NON E’ STATO FACILE TRATTENERE BELOTTI”
“I nuovi arrivati soffrono sempre molto i carichi di lavoro e non è semplice per loro: occorre dar loro il tempo necessario e dunque non deve stupirsi nessuno se qualcuno dei nuovi non partirà dall’inizio domani. Belotti? Non è stato semplice trattenerlo perché al presidente sono arrivate offerte importanti. Il mercato non è finito ma credo che il ‘Gallo’ rimarrà e lui è felice di restare: i compagni gli vogliono bene e lui sa quanto io lo stimo. E’ il nostro capitano e il nostro bomber. Ringrazio il presidente per averlo tenuto”, ha poi aggiunto Mihajlovic. “A me però non piace parlare sempre e solo di Belotti perché la forza di questo Torino è il gruppo. Ljajic? E’ una pedina fondamentale per noi e per il nostro modo di giocare. E’ un ragazzo di personalità che sa e ottiene quello che vuole”, ha spiegato ancora il tecnico granata.

“SADIQ GIOCATORE DI QUALITA’, FARA’ BENE”
“Alla squadra ho chiesto miglioramenti in difesa rispetto all’anno scorso e poi più equilibrio di prestazioni e risultati tra le partite in casa e quelle in trasferta. Partire forte sarà importante. L’anno scorso a Bologna abbiamo giocato male e perso: non dobbiamo ripetere gli stessi errori“, ha continuato Mihajlovic. “Noi siamo una squadra che gioca molto all’attacco: penso che se davanti giochiamo come sappiamo possiamo creare 5, 6 occasioni da gol ma poi dobbiamo essere bravi a finalizzare con maggiore cattiveria e concretezza. Sadiq? E’ un giovane di qualità, che l’anno scorso ha giocato poco per colpa di un infortunio. E’ un calciatore che mi piace e potrà fare molto bene.

“AVELAR DIVENTERA’ UN DIFENSORE CENTRALE”
“Difesa? Abbiamo iniziato a marcare a zona: ciò, come ogni tattica, ha pregi e difetti. Durante il campionato cambieremo il modo di marcare anche per sorprendere gli avversari. Avelar? Secondo me può diventare un difensore centrale in futuro. Deve ancora apprendere ancora alcuni movimenti ma ci stiamo lavorando. Può essere il nostro quinto centrale”, ha ribadito ancora Mihajlovic

CON BENASSI TUTTO CHIARITO
“Sono rimasto sorpreso dalle parole di Benassi: mi ha scritto e ci siamo chiariti” ha poi sottolineato il tecnico serbo smorzando sul nascere la polemica sull’ex capitano granata, che aveva imputato al tecnico il suo addio al Torino per approdare alla Fiorentina: “Mi ha spiegato che quello che ho letto non era vero – ha spiegato l’allenatore – sappiamo entrambi come sono andate le cose, quando non ha giocato ha sempre avuto spiegazioni”. “Mi ha ringraziato e l’ho addirittura consigliato alla Fiorentina del mio amico Corvino. Un grande in bocca al lupo a lui e alla Fiorentina” ha concluso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo