Sinisa Mihajlovic
Sport
Sinisa convinto: “Non si ripeteranno gli errori commessi con Juve e Verona”

Mihajlovic: “A Crotone chance per Sadiq. Ci siamo confrontati, faremo bene”

Il tecnico del Toro annuncia le sue scelte per la delicata sfida coi calabresi

Il Torino è pronto a ripartire, dopo le delusioni nel derby e in casa con il Verona. “In settimana mi sono confrontato con i ragazzi – ha rivelato Sinisa Mihajlovic – e loro l’hanno fatto tra di loro. Gli ho spiegato quello che non mi è piaciuto e le cose che non voglio più vedere. I giocatori hanno la consapevolezza degli errori commessi ma sono allo stesso tempo che quest’anno si farà bene: sono fiducioso”.

TORO IN EMERGENZA DOMANI A CROTONE
Domani a Crotone sarà un Toro quasi in emergenza, senza Belotti, Acquah, Obi, Barreca e Lyanco. Al centro dell’attacco giocherà Sadiq: “Sarà la prima punta, è il suo ruolo, è migliorato molto ed è giusto che abbia una chance adesso che non c’è Belotti. Mi ricorda Kanu (ex di Ajax, Inter e Arsenal, ndr), non sembra un giocatore, ciondola, ma è tecnicamente bravo, protegge palla, è veloce e ha personalità. Non siamo abituati a giocare senza il “Gallo” e quando è successo abbiamo fatto fatica a segnare, ma domani … giocheremo in 11 e non in 10″.

MIHAJLOVIC: “SERVE UN TORO CINICO”
Per fare punti a Crotone contro la squadra allenata dall’ex granata Nicola, “il Torino – ha sottolineato Mihajlovic – dovrà essere cinico, determinato e concreto. Il Crotone è più forte dell’anno scorso, difende e riparte meglio, è più compatto”. “La nostra classifica ad oggi è buona – ha proseguito l’allenatore – ma potrebbe essere migliore: per strada abbiamo perso almeno quattro punti, ma ormai non ha senso voltarsi alle spalle. La speranza è che inizino ad arrivare buone notizie dall’infermeria: fin qui ci sono stati parecchi infortuni e spesso nello stesso reparto, quello di centrocampo. La mediana oggi è decimata: speriamo di recuperare qualcuno, anche se sarà dura, ma pensiamo partita per partita”.

L’APPELLO ALLA MATURITA’ “DA PARTE DI TUTTI”
Quel che è certo, ha aggiunto il tecnico granata – è che serve maturità da parte di tutti: se un giocatore non sta bene, deve dirmelo e rifiatare, evitando di peggiorare le proprie condizioni fisiche con infortuni gravi. Da qui alla sosta avremo impegni importanti: se riusciamo a fare bene, restando agganciati alle posizioni di vertice, saremo in buone condizioni. I tempi di recupero di Belotti? Diciamo 30-40 giorni. Ho avuto un infortunio simile quando ero giocatore, ho voluto forzare i tempi e sono stato fuori per quasi sei mesi”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo