IncontroMichelotti
News
CIRCOSCRIZIONE OTTO Il Comune vuole demolire tutte le gabbie da tempo inutilizzate

Michelotti, oggi parte il recupero: al via i lavori di pulizia e bonifica

Gli assessori Montanari e Unia hanno incontrato i cittadini per spiegare gli interventi

Partono oggi gli interventi di riqualificazione e pulizia del parco Michelotti. Ieri, nella prima assemblea pubblica alla biblioteca civica Geisser, gli assessori Montanari e Unia, insieme ai tecnici comunali, hanno incontrato la cittadinanza per spiegare i prossimi interventi sull’area.

Le azioni riguarderanno la rimozione dei rifiuti esterni, delle foglie e delle piante infestanti, oltre allo smantellamento degli arredi in legno marci e dei box dei servizi igienici. Da mercoledì prossimo un’impresa del verde pubblico metterà in sicurezza l’area giochi interna al parco, ripristinando la pavimentazione e ripulendo le strutture dalle scritte vandaliche. Saranno inoltre messe a norma le passerelle in cemento armato, mentre parte delle recinzioni sarà abbattuta per consentire nuovi varchi in corso Casale per le persone disabili.

Previsto anche il ripristino delle tubature dell’acqua e degli impianti di illuminazione pubblica, danneggiati dagli atti vandalici e dall’usura. Saranno poi murate le aperture degli edifici attualmente occupati abusivamente dietro l’ex area dell’Ippopotamo, mentre sarà valutato il recupero del vecchio edificio dell’acquario-rettilario che presenta una volumetria adatta ad essere rimessa al servizio dei cittadini. Previsto anche lo smantellamento delle gabbie dei babbuini e delle otarie.

«Il parco rimarrà pubblico e, attraverso assemblee mensili, continueremo a condividere tutti gli interventi con la cittadinanza» ha detto l’assessore all’Ambiente Alberto Unia. «Saranno interventi semplici, volti a liberare il parco dagli edifici fatiscenti» ha detto l’assessore Montanari. «In questo modo restituiremo il parco ai cittadini – ha aggiunto l’assessore all’Urbanistica -, risparmiando le risorse necessarie alla manutenzione».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo