Schermata 2017-07-04 alle 08.21.20
Spettacolo
IN ARGENTINA

Messi-Antonella, matrimonio da sogno

I due sono convolati a nozze dopo anni di fidanzamento davanti a 300 invitati

Quando era ancora un bambino, Lionel Messi l’aveva scritto in una lettera ed era stato chiaro con Antonella Roccuzzo: «Un giorno diventerai mia moglie». Oggi quella promessa è diventata realtà perché dopo un lunghissimo fidanzamento, la convivenza e due figli (Thiago di 4 anni e Mateo di 1), è diventata realtà davanti a quasi trecento invitati scelti con una cerimonia civile hollywoodiana anche se la location era Rosario, la città argentina della quale è originaria la coppia.

Gli sposi prima di entrare nell’hotel extra lusso che ha ospitato la cerimonia delle nozze, scortati da circa 400 poliziotti, hanno sfilato su un lungo tappeto rosso concedendosi anche ai fan e ai giornalisti. Lionel Messi per l’occasione ha indossato un abito Giorgio Armani grigio scuro e anche i due figli sono stati vestiti dallo stilista italiano, mentre la sposa era in bianco, un abito firmato Rosa Clarà.

Intorno a loro una parata di star, soprattutto dal mondo del calcio a cominciare dai compagni di Messi nel Barcellona rigorosamente con le loro wags al seguito. Come Gerard Piqué e la campionessa di vendite sul mercato mondiale Shakira che prima di sbarcare in Argentina hanno fatto una puntata in Colombia, a Barranquilla, terra d’origine della cantante. Ma anche Cesc Fabregas con la bellissima moglie Daniella che ha rischiato seriamente di rubare la scena alla sposa, Carles Pujol, Xavi Hernandez, Luis Suarez oltre a molti calciatori della nazionale argentina a cominciare dall’ex napoletano Ezequiel Lavezzi, insieme a Di Maria, Aguero. Con loro anche il brasiliano Dani Alves, fresco di rescissione contrattuale con la Juve. Unico grande assente, Diego Maradona, ufficialmente perché in Russia per seguire la Confederations Cup: «Faccio le mie congratulazioni a Messi, lui sa che gli voglio bene. Il mio invito deve essersi perso da qualche parte, ma questo non cambia la mia opinione su di lui. Resta un grande calciatore e una persona eccellente», ha commentato con classe.

Per tutti. Un menù che ha seguito la grande tradizione argentina tra affettati misti, empanadas di carne e di pesce, i “sorrentinos” (tradizionali ravioli argentini), mezzelune fritte ripiene e il chop suey di pollo, classica insalatona di carne con le verdure in umido. Tutto per rendere indimenticabile questo giorno perché come ha confessato Messi «conosco Antonella da quando avevo 5 anni, è la cugina del mio miglior amico, l’ho vista crescere e lei altrettanto. Insomma, non ho mai avuto dubbi: è lei la donna della mia vita».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo