ricetta medica
Il Borghese

Ma il medico non si può clonare…

Sarà colpa del “numero chiuso” alla facoltà di medicina che ha sbattuto la porta in faccia a migliaia di studenti. Sarà responsabilità del contagocce con cui sono stati erogati i fondi ai corsi di formazione specialistica. O forse sarà perché anche i camici bianchi invecchiano e vanno in pensione. Magari c’entrano pure “quota 100” e la Fornero. Fatto sta che il Piemonte, che sta peggio di tutte le altre regioni del nord, rischia un’emergenza sanitaria mai neppure immaginata. Uno studio dell’associazione medici dirigenti Anaao Assomed stima che entro il 2025 la nostra regione avrà una carenza di oltre duemila medici specialistici in reparti delicatissimi quali medicina d’emergenza, anestesia e rianimazione, medicina interna, chirurgia generale, pediatria, e non solo. Dunque rischiamo grosso, proprio mentre si progetta il Parco della Salute, si riscrive l’intero progetto della sanità e, come purtroppo pare, si restringe il numero dei posti letto. La domanda è: come faremo a rimpinguare l’esercito dei camici bianchi? Non certo “importandoli” da altre regioni visto che l’emorragia è un assillo per tutto il Paese e si calcola che nei prossimi 8/10 anni verranno a mancare circa 50mila medici. Così, mentre si va avanti a centellinare le borse di studio per le discipline specialistiche e le assunzioni non coprono il tournover, non è azzardato immaginare che si ricorra a “medici in affitto” senza badare troppo alla loro esperienza oppure a personale formato in altri Paesi e con programmi di studio assai meno approfonditi dei nostri. Quanto basta per sentir traballare la nostra grande scuola di medicina, la tradizione di alta chirurgia, i modelli che hanno fatto scuola in Europa e non solo. Colpa, si legge tra le righe, di una miopia soprattutto politica. E, aggiungerei, di una quasi banale incapacità di calcolo. I medici, fino a prova contraria, non si possono clonare.

fossati@cronacaqui.it

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo