Schermata 2017-07-12 alle 08.29.16
News
LA LOGGIA

Maxi discarica scoperta dai vigili. Allarme vicino a Villa Carpeneto

Denunciati i responsabili della proprietà del terreno e di una ditta di trasporti

Gli agenti della polizia locale monitoravano già da tempo quel via vai di camion da un terreno vicino a villa Carpeneto e pochi giorni fa è scattato il blitz, per controllare cosa stesse capitando. E il fiuto degli agenti del comandante Pierangelo Prelato non ha tradito, visto che nell’area sono stati trovati rifiuti abbandonati in grande quantità, per lo più residui di lavorazioni edili. Si va dai cumuli di detriti e cemento, a parti di mattoni, tubi di plastica e tanto altro ancora. Erano sistemati sul terreno in mucchi separati, come fossero stati scaricati in tempi diversi.

Gli agenti hanno aspettato il momento più consono per intervenire: ossia quando sul terreno, sottoposto a vincoli paesaggistici, c’erano tre camion che erano stati utilizzati precedentemente per lo scarico. Stando alle ricostruzioni, i mezzi entravano in un varco creato appositamente tra le sterpaglie, accatastavano i rifiuti senza alcuna autorizzazione e si allontanavano per poi ritornare con un altro carico.

La polizia locale ha verbalizzato il tutto, denunciando per abbandono irregolare di rifiuti la proprietà dell’area, mentre per l’azienda di trasporti che caricava e poi sversava i materiali di scarto è scattata la denuncia per trasporto irregolare di rifiuti. Del resto la lotta agli scarichi indiscriminati continua senza sosta a La Loggia ma anche in tutti i comuni dove vige la raccolta differenziata. E questa volta ad essere deturpata era stata un’area situata accanto ad una delle ville più belle non solo del comune, ma dell’intero circondario. Dal 1959 la villa è proprietà di una società svizzera e da alcuni anni è stata dichiarata monumento nazionale, avendo ospitato nella sua storia alcune famiglie che sono state fra le protagoniste delle vicende di La Loggia. I suoi muri e il suo parco non sono solo carichi di sensazioni ma anche di storia. Lasciare che nei terreni vicini si creasse una discarica abusiva, sarebbe stato un oltraggio alla memoria di questa residenza.

Ma i controlli della polizia locale in merito ai furbetti che non conferiscono correttamente i rifiuti proseguono su tutto il territorio. Nel recente passato gli agenti hanno scoperto diversi abbandoni irregolari: da materassi lasciati lungo la provinciale che collega il paese con Carignano, a frigoriferi gettati direttamente nel greto del fiume Chisola, oltre che in altre zone del territorio. In alcuni casi, per abbandoni di minore impatto, si è riusciti a risalire ai responsabili applicando anche delle sanzioni. Questa volta invece non è stato necessario ricostruire molto: i cumuli di rifiuti di ogni tipo, che hanno un costo non da poco per il loro corretto conferimento, erano ancora sul terreno assieme ai camion quando la polizia municipale è intervenuta.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners