(Depositphotos)
News
In vendita sul sito anche termometri e prodotti igienizzanti

Mascherine a prezzo stracciato, ma agli acquirenti non arrivava nulla: denunciato imprenditore vercellese

Truffa da un milione di euro scoperta dalla guardia di finanza: raggirati circa 200 farmacisti di Torino, Biella, Novara e di altre parti d’Italia

Aveva predisposto un sito dalla grafica accattivante in cui erano messe in vendita a prezzo davvero vantaggioso ingenti quantitativi di mascherine di ogni tipo, comprese le richiestissime Ffp2 e Ffp3, oltre che di termometri e prodotti igienizzanti utili in questa delicata emergenza.

Prometteva di recapitare il materiale entro dieci giorni e in breve tempo ha attirato l’attenzione di circa 200 farmacisti di Torino e provincia, del Biellese, del Novarese e di altre parti d’Italia. Peccato che, dopo aver effettuato bonifici a tre zeri, agli acquirenti non arrivasse nulla del materiale ordinato.

Alla base del raggiro, smascherato dalla guardia di finanza di Torino, un imprenditore vercellese che è stato denunciato con il sequestro della sua azienda e dei suoi conti personali. A coordinare l’inchiesta, i pm torinesi Vincenzo Pacileo e Alessandro Aghemo.

I baschi verdi del gruppo pronto impiego di Torino, coadiuvati da colleghi del gruppo Vercelli e della compagnia di Caselle Torinese, si sono fiondati nell’azienda in questione fingendosi clienti e ha loro l’imprenditore, ignaro, ha assicurato di essere in procinto di consegnare venti milioni di mascherine al governo della Svizzera. Mascherine di cui però in azienda non c’era traccia.

L’ammontare della truffa è stimato in circa un milione di euro. Non appena gli acquirenti iniziavano a lamentarsi, l’imprenditore dava loro risposte di prammatica ventilando ritardi, problemi aeroportuali e voli bloccati – con il loro prezioso carico – in remote località del Sud-Est Asiatico.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo