IL COLLOQUIO

Martina Stella, mai mescolare amore e lavoro: «Sul set io non ci casco mai…»

L'attrice parla di rapporti sentimentali, potere e fascino

Martina Stella

Tre giorni fa ha compiuto 34 anni, anche se a guardarla ne dimostra sempre almeno dieci in meno, perché nell’immaginario popolare per molti lei resta la ragazzina lanciata da “L’ultimo bacio” nonostante da allora a oggi di acqua sotto i ponti della sua carriera ne sia passata molta.

Ma di una cosa Martina Stella è sicura: mai mescolare il lavoro con il piacere e quindi con l’amore, indipendentemente da quale sia il tuo ruolo. Lo ha ribadito ancora una volta in una lunga intervista al settimanale “Grazia” arrivato in edicola nelle ultime ore: «Io non mi sono mai innamorata sul set, né di registi né di attori. E nemmeno di un produttore. Comunque, nel caso, per me è più affascinante la troupe. Forse anche per una questione di principio. Non mi piace l’idea dei rapporti d’amore che in mezzo e sullo sfondo hanno l’esercizio e il fascino del potere».

E di potere, in qualche modo, ce n’è molto anche nella sua ultima fatica. L’attrice toscana infatti è nel cast di “Natale a 5 Stelle”, ennesimo cinepanettone scritto da Enrico Vanzina (per la prima volta senza il fratello Carlo) e diretto da Marco Risi che uscirà il 7 dicembre prossimo ma con una novità importante perché invece di arrivare nelle sale sarà trasmesso sulla piattaforma Netflix, quindi soltanto disponibile per gli abbonati della piattaforma di streaming.

Un copione chiaramente ispirato alla nostra politica, a cominciare dalla storia che s’intreccia tra il premier italiano, interpretato da Massimo Ghini, e una politica toscana del Pd bionda, bella e molto affascinante, che ha il volto della Stella, appunto. Logico immaginare che a ispirare il personaggio sia stata Maria Elena Boschi, che ha una forte somiglianza con Martina, ma lei preferisce sviare il discorso: «Magari, anche per via del titolo, si potrà pensare che il film alluda ai politici che sono al governo. Ma noi attori non abbiamo lavorato sull’imitazione di personaggi esistenti», ha detto a “Grazia” e tanto deve bastare.

A livello personale per lei è un momento felice accanto al marito Andrea Manfredonia – di mestiere agente di calciatori, figlio dell’ex calciatore di Juventus e Roma Lionello – e alla piccola Ginevra che ha compiuto da poco 6 anni. La famiglia, in passato, l’ha fatta soffrire: «Penso che le coppie non debbano rimanere insieme nelle situazioni di crisi. I miei credevano che separandosi ci avrebbero fatto soffrire, invece, per quanto mi riguarda, quando si sono divisi è stato un sollievo».

E adesso è una donna realizzata, ma ha ancora un desiderio: andare a cena con Francesco De Gregori. «Mi incuriosisce perché è un grande poeta, e nel corso degli anni ho sempre notato in lui una sorta di chiusura, come se fosse una forma di timidezza. Ma forse mi sbaglio». L’invito è stato inoltrato, tra i suoi mille impegni, il cantautore romano lo raccoglierà?

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single