giorgio marsiaj
Economia
A tutela della salute

Marsiaj: “Green pass strumento efficace, tavolo con le parti sociali per ripartire”

Le parole del presidente dell’Unione Industriale di Torino

Attraverso una nota Giorgio Marsiaj, presidente dell’Unione Industriale di Torino, ha ribadito la necessità di ripartire a pieno regime con le attività economiche e industriali attraverso l’utilizzo del Green Pass. 

“La tutela della salute dei lavoratori e la prosecuzione dell’attività delle imprese sono priorità su cui non si può temporeggiare”, si legge nel testo. “Per questo condivido e sostengo la posizione del presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, sulla necessità di aggiornare i protocolli per le misure di contrasto al Covid sui luoghi di lavoro. Il Green Pass si sta confermando uno strumento efficace per uscire dall’emergenza: la sua applicazione nelle aziende abbatterebbe i rischi per la sicurezza dei nostri collaboratori, garantendo continuità al lavoro e salvaguardando la ripartenza”.

“Sin dall’inizio dell’emergenza, nel suo momento più drammatico, le imprese si sono sedute al tavolo con le altre parti sociali e hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per stabilire le necessarie misure a tutela della salute – prosegue Marsiaj – Il passo successivo sono stati gli Hub vaccinali, aperti in tutta Italia, per mettere in sicurezza i dipendenti. Anche l’Unione Industriale di Torino ha dato il proprio contributo, realizzando un centro vaccinale a disposizione dei lavoratori e delle aziende associate”.

“Oggi la campagna vaccinale procede bene e questo è un buon segnale, ma non possiamo restare fermi ad aspettare, rischiando di compromettere gli sforzi di quest’anno. In attesa che il Governo adotti una normativa chiara, dobbiamo tornare a quel tavolo e continuare a lavorare insieme, tracciando un percorso comune per garantire la prosecuzione delle attività produttive in sicurezza. È una nostra responsabilità – conclude il presidente dell‘Unione Industriale di Torino – nei confronti del Paese”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo