Beppe Marotta
Sport
Le parole dell’ad bianconero

Marotta mette il Napoli nel mirino: “Loro la lepre, la Juve fa il cacciatore”

“Siamo in una fase interlocutoria, l’annata è in linea con le precedenti. Presto il rinnovo di Chiellini e Alex Sandro”

“Il Napoli fa paura, come negli anni passati. Come Inter, Roma, Milan. E poi ogni tanto invece di fare la lepre dobbiamo fare il cacciatore, abbiamo una lepre davanti e noi dietro”. Così Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, intervenuto oggi alla consegna del “Premio Nazionale Letteratura del Calcio Antonio Ghirelli“, al Circolo dei Lettori di Torino. “Siamo in una fase interlocutoria – ha proseguito – e l’annata della Juventus è in linea con le precedenti. Il Milan? Quando si cambia c’è un bonus di adattamento che è necessario dare. Hanno fatto tanti investimenti, ma bisogna aspettare”.

ULTRA’ JUVE, SENTENZA FIGC INGIUSTA
“La società, come sapete, ha presentato ricorso: significa che riteniamo ingiusta la sentenza” ha poi aggiunto il dirigente bianconero tornando sulla sentenza del Tribunale Figc che ha condannato il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a 12 mesi di inibizione: “Ci sono degli atti in corso, il procedimento penale ha affermato che la Juventus non c’entra nulla e i rapporti con la ‘ndrangheta sono assolutamente lontani da noi”.

BENE VAR, MA PIU’ CONFRONTO CON AIA
“Ben venga tecnologia e Var, di cui è strumento. Ma c’è un protocollo, motivo di confronto con le autorità, da rendere più armonico” ha poi detto Marotta tornando sull’argomento Var, a margine del premio Ghirelli e auspicando un “confronto ancora più frequente con la struttura Aia per superare l’esame”. La Var “porta a un calcio diverso – ha aggiunto – che abbandona quella sorta di romanticismo: le emozioni del gol saranno represse e la poesia ‘Gol’ di Saba dovrà essere riposta nel cassetto”. L’ad ha sottolineato l’utilità della Var, ma anche le lacune: “Normale riconoscere che il gol di Mandzukic domenica a Bergamo fosse da annullare – ha riconosciuto -, ma c’è la domanda legittima sul presunto fallo da rigore su Higuain al 94′. La Var potrebbe intervenire anche per tacitare eventuali spunti di nervosismo”.

PRESTO RINNOVO CHIELLINI E ALEX SANDRO
Infine una battuta sui rinnovi. Marotta spera di annunciare preso il rinnovo dei contratti con Alex Sandro e Chiellini: “Sono in scadenza, – ha detto il dirigente bianconero – stiamo analizzando le opzioni ma il rapporto con i calciatori è ottimo e definiremo i rinnovi, credo senza problemi, perché la voglia da entrambe le parti è di continuare insieme”. E a proposito di Ancelotti: “è un amico e un grande allenatore, ma noi siamo estremamente orgogliosi del lavoro di Allegri e mi pare scontato proseguire con lui”.

ANCELOTTI E INZAGHI? CI TENIAMO ALLEGRI
Marotta ha parlato anche del tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, il cui nome è già stato accostato al club bianconero: “Inzaghi per il dopo Allegri? Pensarci per il futuro sicuramente no, ma gli faccio i complimenti per quello che ha fatto. Ne apprezzo le grandi qualità umane e professionali, ha assemblato una squadra competitiva e credo che sia tra gli emergenti allenatori italiani. Sono certo che farà una grande carriera, ma siamo contenti di andare avanti con Allegri perché ha portato risultati ed è una persona competente e titolata”

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo