Maria Teresa Ruta: «Quel mio primo bacio sotto la Mole»

La conduttrice tv sarà presente alla riapertura del 2 giugno come testimonial Fai

Maria Teresa Ruta è nata a Torino nel 1960 ed è cresciuta in Borgo San Paolo

Inaugurazione con tanto di testimonial per il Museo del Cinema che il 2 giugno riaprirà i battenti dopo il lunghissimo lockdown. A fare gli onori di casa, oltre al presidente Enzo Ghigo, al direttore Domenico De Gaetano, ci sarà anche Maria Teresa Ruta, l’attrice e conduttrice tv che, chiamata dal Fai (Fondo ambiente italiano) a scegliere il suo “Luogo del cuore” 2020 non ha esitato a schierarsi dalla parte della Mole Antonelliana con l’obiettivo di sensibilizzare gli italiani sul patrimonio da tutelare. Questo lo scopo primario del progetto nato in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

«Anche se ho vissuto un po’ ovunque in Italia non ho avuto dubbi nello scegliere Torino, la città dove sono nata – spiega la Ruta, classe 1960, una vasta esperienza in tv tra programmi e fiction, nonché Miss Muretto nel 1976 -. Il Valentino, Superga, la Gran Madre, i luoghi che frequentavo con mio papà. Era figlio di uno dei più giovani piloti dell’aeronautica quindi mi ha sempre portato in giro. Mi portava e mi raccontava la storia dei luoghi che visitavamo. La Mole è quella che mi è rimasta di più nel cuore. Il mio papà mi ripeteva sempre: “Quando guardi qualcosa con il naso all’insù sei felice”».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single